News

Tecnologia e mobilita

01 gennaio 2011

01 gennaio 2011

L'Italia è uno dei paesi europei a più alta densità di traffico interno. Dei suoi 975 milioni di passeggeri a km all'anno oltre il 90% si sposta con l'auto privata.
Il nostro Paese è invaso dalle auto e la vita nelle nostre città ne risente in maniera dolorosa. Servono un cambiamento di mentalità e mezzi pubblici efficienti, ma anche la tecnologia e i sistemi di trasporto intelligenti (chiamati ITS) possono dare una mano per aiutare la mobilità urbana. Alcune città italiane sono all'avanguardia, altre stanno muovendo ora i primi passi.

La tecnologia al servizio delle città
Secondo dati della Commissione Europea, con alcune applicazioni ITS realizzate in Paesi dell'Unione si sono ridotti i tempi di spostamento nell'ordine del 20% con un miglioramento in termini di sicurezza intorno al 10-15%. La tecnologia deve migliorare la vita ai cittadini, rendergliela più facile. Se domani potremo pagare il biglietto della metropolitana semplicemente passando il nostro cellulare sul tornello (come promette la tecnologia chiamata "Nfc"), e allo stesso modo, pagare il parcheggio e salire sul treno, spostarci sarà più semplice. Se su quello stesso cellulare potremo rapidamente consultare orari dei mezzi e informazioni sul traffico in tempo reale, sapremo come muoverci e lo faremo meglio. La tecnologia esiste già, bisogna solo diffonderla, ma c'è da scommettere che i recenti tagli della Finanziaria al trasporto pubblico locale non contribuiranno ad accelerare questo processo.


Stampa Invia