News

Polizze per gli animali domestici, quale scegliere?

20 settembre 2012
Polizze per gli animali domestici, quale scegliere?

20 settembre 2012

La legge (art. 2052 del Codice civile) parla chiaro: il proprietario è responsabile dei danni causati dall'animale, sia quando è sotto la sua custodia, sia nel caso fosse smarrito o fuggito. Che fare quindi?

Le opzioni sono due. Se ci si vuole tutelare esclusivamente dai danni che il cane o il gatto provocano a terzi può essere sufficiente stipulare una generica polizza di responsabilità civile (la cosiddetta Rc capofamiglia). Se, invece, si vuole estendere la copertura anche a spese mediche (cioè nel caso in cui siano gli animali stessi ad ammalarsi o a farsi male) e all’assistenza quando si verificano problemi (per esempio, avere consigli veterinari) può essere conveniente stipulare una polizza ad hoc.

Danni causati dal cane o dal gatto basta la rc capofamiglia
Per tutelarvi dai danni che i vostri animali possono provocare, il nostro consiglio è di affidarvi ad una semplice Rc capofamiglia: costa meno delle polizze dedicate e, oltre al vostro migliore amico, copre anche gli eventuali danni causati da tutti gli altri componenti della famiglia. Se già ne possedete una, accertatevi che comprenda anche gli animali. Se così non fosse, rivolgetevi alla vostra compagnia assicuratrice, che a fronte del pagamento di un sovrapprezzo, aggiungerà questa voce al vostro contratto.

Cure mediche e assistenza
La caratteristica principale delle polizze per animali domestici è quella di offrire una copertura più ampia rispetto alle assicurazioni generiche. Oltre alla tutela in caso di danni provocati a terzi, infatti, in questi contratti rientrano anche le cure mediche e l'assistenza. Bisogna, però, fare attenzione: limitazioni, franchigie ed esclusioni ne riducono fortemente i vantaggi.

Polizze animali: le compagnie del test
  • 24H Assistance
  • Axa
  • Fata
  • Filo Diretto
  • Ina AssitaliaErgo

Stampa Invia