Speciali

I consigli per una vacanza a 6 zampe perfetta

14 luglio 2018
cane in vacanza

14 luglio 2018

Se hai un cane o un gatto sai bene che prima di partire per le vacanze, devi valutare molti aspetti. Dai documenti, alle vaccinazioni, al trasporto, alla prenotazione dell'alloggio. Vediamo a cosa prestare attenzione.

Andare in vacanza è sempre un piacere, ma il piccolo imprevisto rischia di rovinare i piani. Per questo bisogna partire preparati, soprattutto quando portiamo con noi i nostri animali. Prima di metterti in viaggio ricordati che sarebbe meglio fare un salto dal veterinario per fare un controllo generale, ma soprattutto per essere a posto con vaccinazioni antiparassitari. Se devi andare in zone umide o ad alto rischio filaria, devi fare la profilassi antifilarica. E se non lo hai già fatto prima, ricordati di applicare l'antiparassitario più adatto. Ecco i nostri consigli, e le normative, per affrontare un viaggio a 6 zampe senza pensieri.

Quali documenti servono

Quando viaggi è importante avere tutti i documenti necessari, anche per il tuo amico con la coda:

  • il passaporto europeo per cani e gatti è obbligatorio per viaggiare all'estero. È comodo perché un unico documento consente di identificare l’animale, il suo proprietario e le vaccinazioni. Per richiedere il passaporto devi rivolgerti all’ufficio veterinario dell'ASL, con costi (intorno ai 10 euro) e tempi di rilascio che dipendono da regione a regione.
  • è necessario che il cane abbia il microchip, sia iscritto all'anagrafe canina e abbia la vaccinazione antirabbica valida, cioè fatta da almeno 21 gg. È obbligatorio in caso di espatrio nei Paesi dell’Unione europea, ma alcuni paesi (ad esempio Regno Unito, Irlanda) sono necessari documenti aggiuntivi. Per i viaggi fuori dall'Europa, meglio visitare il sito dell'Ambasciata del Paese di destinazione per sapere cosa serve, soprattutto per quanto riguarda la profilassi contro filaria e leishmaniosi nelle zone a rischio. Ti consigliamo di contattare un rappresentante del paese in cui andrai per avere conferma;
  • se hai il passaporto europeo per viaggiare in Italia non serve altro, altrimenti ricordati l'iscrizione all'anagrafe canina e il libretto delle vaccinazioni.

Come viaggiare con gli animali

Viaggiare con cani e gatti richiede un po' di attenzione e qualche precauzione, sia per noi sia per loro. Ecco qualche accorgimento per spostarti in tutta serenità e senza preoccupazioni:

  • se possibile, soprattutto se sei in auto, fai pause ogni due o tre ore: due passi per sgranchirsi fanno bene sia a te sia al tuo amico. In autostrada, alcuni autogrill sono attrezzati con fidopark anche se sono ancora pochi;
  • porta sempre dell'acqua fresca da far bere durante le soste;
  • per evitare problemi di nausea, la partenza dovrebbe avvenire a stomaco vuoto o dopo un pasto molto leggero da somministrare un'ora prima di partire;
  • se si tratta di viaggi lunghi, non far loro saltare altri pasti perché potrebbero vomitare i succhi gastrici, meglio dar loro da mangiare il cibo secco; 
  • per rendere il viaggio più piacevole porta con te il suo gioco preferito o la coperta su cui di solito dorme: lo aiuterà a sentirsi più a suo agio e a tranquillizzarsi.

I cani guida per non vedenti non sono soggetti a restrizioni.

Vediamo nel dettaglio qual è la normativa, caso per caso, per viaggiare con gli animali.

In auto

Secondo il Codice della Strada (art. 169 comma 6) se trasporti più di un animale alla volta è obbligatorio utilizzare la rete di divisione tra baule e abitacolo oppure le gabbie. Se invece viaggi con un solo animale, ricorda che non deve essere d'impedimento alla guida: se lo metti nel baule, per precauzione, utilizza la rete di divisione o la gabbia, nel sedile posteriore, invece, un guinzaglio con "anello oscillante" da inserire nel gancio delle cinture di sicurezza.

Per chi non rispetta queste regole, la multa va da 78 a 311 euro ed è prevista anche la decurtazione di un punto dalla patente.

In moto e bici

Si possono trasportare animali su moto, scooter e bici, ma devono essere custoditi nell’apposita gabbia o contenitore saldamente assicurati in maniera da non sporgere lateralmente o limitare la visibilità. Il conducente deve avere braccia e mani libere, stare seduto in posizione corretta e reggere il manubrio con entrambe le mani. In caso di violazione la sanzione varia da 80 a 323 euro.

In treno

In treno, per quanto riguarda Trenitalia, è possibile viaggiare portando con il proprio animale con le seguenti modalità:

  • i cani di piccola taglia, i gatti e altri piccoli animali domestici (custoditi nell’apposito trasportino di dimensioni non superiori a 70x30x50) sono ammessi gratis su tutti i treni;
  • è ammesso un solo contenitore per ciascun viaggiatore;
  • è consentito il trasporto di un cane di qualsiasi taglia, munito di museruola e guinzaglio sui treni IC ed ICN sia in prima che in seconda classe; sui treni regionali nel vestibolo o piattaforma dell’ultima carrozza, con esclusione dell’orario 7.00-9.00 dei giorni feriali dal lunedì al venerdì;
  • per il trasporto del cane è dovuto il prezzo di seconda classe ridotto del 50%;
  • il trasporto è ammesso previa prenotazione al momento dell’acquisto del biglietto dell’accompagnatore,e a bordo del treno è obbligatorio mostrare il certificato di iscrizione all’anagrafe canina e il libretto sanitario;
  • chi viaggia con cani in cuccette, vetture comfort, vagoni letto, deve acquistare l’intero il compartimento;
  • per i viaggi nel mese di agosto 2017, il biglietto per il cane costa 5 euro per qualsiasi destinazione e treno del servizio nazionale.

Ogni società di trasporto, però, ha un suo regolamento che disciplina le modalità e costi per viaggiare con gli animali domestici. Prima di partire, è sempre meglio controllare accuratamente. Per tutti, però, è necessario essere in possesso del certificato di iscrizione all’anagrafe canina (o del “passaporto” del cane per i viaggiatori provenienti dall’estero) da esibire al momento dell’acquisto del biglietto per l’animale.

In nave

In nave è consentito il trasporto di animali domestici di piccola taglia (per esempio cani e gatti) al seguito dei passeggeri a condizione che siano muniti di certificato veterinario attestante che l’animale non è affetto da malattia. In caso di collegamenti con scali esteri, possono essere inoltre richieste particolari certificazioni. Le condizioni di trasporto variano a seconda della compagnia. Nel caso di Moby, Sardinia Ferries e Corsica Ferries si possono portare al massimo tre animali nelle cabine attrezzate per animali, ma sono limitate e bisogna chiedere la disponibilità. I cani devono essere tenuti al giunzaglio, avere collare o pettorina con numero di cellulare e museruola. 

In aereo

In aereo, il trasporto di animali deve generalmente essere sempre prenotato. La compagnia aerea, però, nel caso in cui l'animale non sia in buone condizioni di salute oppure se nel paese d’origine esiste il rischio di contagio, può rifiutarsi di trasportarlo. Ricorda che gli animali di età inferiore a 3 mesi non possono viaggiare e che conviene sempre verificare eventuali disposizioni o restrizioni del Paese in cui ci si reca presso l'Ambasciata o il Consolato (per esempio nel Regno Unito e in Irlanda non è consentito il trasporto di animali).

Gli animali nella cabina dell'aereo 

Possono essere trasportati nella stiva dell’aereo come bagaglio registrato: cani, gatti, conigli e furetti. Solamente un cane, un gatto o un coniglio possono viaggiare nella cabina dell’aereo, ma solo se rispettano queste condizioni:

  • l’animale deve rimanere nel trasportino di dimensioni massime 40x20x24 cm (per Alitalia) e con un peso massimo (incluso l’animale) di 8 kg;
  • per i gli animali di taglia medio/grande, se il peso del cane sommato a quello del trasportino supera i 10 kg, l'animale dovrà viaggiare nella stiva in una gabbia rinforzata;
  • il supplemento del biglietto varia in base al peso, al trasporto in cabina o in stiva, e agli aeroporti di partenza e destinazione;
  • è necessario presentarsi al check-in almeno 90 minuti prima della partenza dell’aereo;
  • nell’aereo ci possono essere al massimo due animali piccoli (uno in classe Economy e uno in classe Business). Alcune compagnie low-cost come Meridiana Fly, Delta Airlines e Vueling permettono il trasporto di cani.

I viaggi in Europa 

Per viaggiare in Europa, i cani e i gatti devono essere muniti di:

  • passaporto rilasciato da un veterinario, che riporti le vaccinazioni e lo stato di salute dell'animale;
  • tatuaggio leggibile o sistema elettronico di identificazione (transponder);
  • per viaggiare nel territorio nazionale cani e gatti devono essere muniti di tessera sanitaria e microchip;
  • cani e gatti possono viaggiare nella cabina dell’aereo nel rispetto di alcune condizioni: l’animale deve viaggiare in un apposito trasportino (le dimensioni variano a seconda della compagnia aerea) e deve stare nel trasportino per tutta la durata del viaggio; il trasportino deve essere impermeabile, resitente e ben aerato;
  • le condizioni di trasporto variano a seconda della compagnia aerea, per cui è bene informarsi prima della prenotazione del volo.

Per maggiori informazioni consultare il sito del Governo.

Dove alloggiare con gli animali

Le strutture che ammettono animali stanno aumentando sempre di più, anzi è diventato raro trovarne alcune che ne vietano l'ingresso. Al momento della prenotazione, però, verifica sempre la disponibilità e l'eventuale costo aggiuntivo:

  • campeggio o villaggio: in alcuni campeggi e villaggi italiani che ospitano animali, un criterio per l'ammissione dei cani è la taglia e la stagionalità (ad esempio alcuni non li prendono in alta stagione);
  • hotel: su questo sito puoi cercare gli hotel italiani accessibili agli animali;
  • appartamento: prendi in considerazione anche le case private: Airbnb, Homeaway, Tripadvisor ad esempio offrono la possibilità di filtrare la ricerca per "animali ammessi". Le strutture disponibili sono davvero molte e spesso senza alcun costo aggiuntivo.

Non togliere collare e medaglietta

Non togliere mai il collare e soprattutto sulla medaglietta è meglio che sia riportato il numero di cellulare con il prefisso +39, sarà più facile contattarti in caso di smarrimento. Nel caso dovesse sfortunatamente succedere, bisogna sempre denunciare lo smarrimento alle autorità competenti.

Partiamo insieme

Ti stai preparando per partire per il prossimo viaggio? Hai bisogno di aiuto per un bagaglio perso o un volo cancellato? Ti aiutiamo noi con il nuovo servizio Partiamo insieme. Consigli, assistenza e supporto prima, durante e dopo la tua vacanza. Ma non solo.

scopri il nostro kit da viaggio