Speciali

In vacanza con il cane: i consigli per una vacanza a 6 zampe perfetta

14 luglio 2017
cane in vacanza

14 luglio 2017

Se hai un cane o un gatto sai bene che prima di partire per le vacanze, devi valutare molti aspetti. Dai documenti, alle vaccinazioni, al trasporto, alla prenotazione dell'alloggio. Vediamo a cosa prestare attenzione.

Prima di partire

Quali documenti servono?

Quando viaggi è importante avere tutti i documenti necessari, anche per il tuo amico con la coda:

  • Il passaporto europeo per cani e gatti è obbligatorio per viaggiare all'estero. È comodo perché un unico documento consente di identificare l’animale, il suo proprietario e le vaccinazioni. Per richiedere il passaporto devi rivolgerti all’ufficio veterinario dell'ASL, con costi (intorno ai 10 euro) e tempi di rilascio che dipendono da regione a regione. È necessario che il cane abbia il microchip, sia iscritto all'anagrafe canina e abbia la vaccinazione antirabbica valida, cioè fatta da almeno 21 gg. È obbligatorio in caso di espatrio nei Paesi dell’Unione europea, ma alcuni paesi (ad esempio Regno Unito, Irlanda) sono necessari documenti aggiuntivi. Per i viaggi fuori dall'Europa, meglio visitare il sito dell'Ambasciata del Paese di destinazione per sapere cosa serve, soprattutto per quanto riguarda la profilassi contro filaria e leishmaniosi nelle zone a rischio. Ti consigliamo di contattare un rappresentante del paese in cui andrai per avere conferma.
  • Se hai il passaporto europeo per viaggiare in Italia non serve altro, altrimenti ricordati l'iscrizione all'anagrafe canina e il libretto delle vaccinazioni.

Una tappa dal veterinario

Prima di partire sarebbe meglio fare un salto dal veterinario per fare un controllo generale, ma soprattutto per essere a posto con vaccinazioni e antiparassitari. Se devi andare in zone umide o ad alto rischio filaria, devi fare la profilassi antifilarica. E se non lo hai già fatto prima, ricordati di applicare l'antiparassitario più adatto.

Non togliere collare e medaglietta

Non togliere mai il collare e soprattutto sulla medaglietta è meglio che sia riportato il numero di cellulare con il prefisso +39, sarà più facile contattarti in caso di smarrimento. Nel caso dovesse sfortunatamente succedere, bisogna sempre denunciare lo smarrimento alle autorità competenti.

Se trovi un animale abbandonato

Oltre che incivile e disumano, l'abbandono del cane o del gatto è un reato punito dal codice penale con l'arresto fino ad un anno o con l'ammenda da 1.000 a 10.000 euro. Se assisti a un caso di abbandono, segna il numero di targa, non avvicinarti all’animale che potrebbe essere spaventato e fuggire oppure diventare aggressivo. Avvisa immediatamente il 112, numero unico delle emergenze.


Stampa Invia