News

Banche troppi balzelli ingiustificati

29 marzo 2011

29 marzo 2011

Clienti in balìa delle commissioni delle banche? È quello che sta verificando l’Antitrust, che ha avviato un’indagine conoscitiva per far luce sui rincari dei servizi bancari e sulle difficoltà di cambiare banca per risparmiare sul mutuo o sul conto corrente. 

Clienti in balìa delle commissioni delle banche? È quello che sta verificando l’Antitrust, che ha avviato un’indagine conoscitiva per far luce sui rincari dei servizi bancari e sulle difficoltà di cambiare banca per risparmiare sul mutuo o sul conto corrente. 

Commissioni per prelevare
L’Authority vuole capire cosa sta succedendo dietro lo sportello e che fine ha fatto la spinta alla concorrenza che avrebbe dovuto innestarsi nel sistema anche grazie ai tagli a monte dei costi interbancari. Basti pensare alla commissione per il prelievo di somme di denaro allo sportello in banca: è assurdo che il correntista debba pagare per ritirare i propri soldi (da 1 a 3 euro).
E oltre alla “tassa sul contante”, c'è quella sul prelievo bancomat, da pagare se si fa l’operazione dallo sportello automatico di una banca diversa da quella in cui si ha il conto corrente. Un balzello (in genere 2 euro) ingiustificato, visto che proprio all’inizio dell’anno c’è stata una riduzione della commissione interbancaria che è di soli 56 centesimi e che avrebbe dovuto abbattere anche i costi dei prelievi dagli sportelli automatici.

Bonifici e trasferimento mutui
Nel mirino anche l’aumento delle commissioni sui pagamenti eseguiti allo sportello, sui bonifici bancari, persino quelli fatti  online. Insomma, c’è tanta carne al fuoco. Per non dire dei mutui. Abbiamo da poco segnalato all’antitrust le pratiche scorrette adottate dalle banche che limitano la possibilità di trasferire il mutuo in un altro istituto che offre un tasso migliore (la cosiddetta surroga). Lo conferma la nostra inchiesta. Continuate a inviarci segnalazioni alla casella: surroga@altroconsumo.it.


Stampa Invia