News

Bollo sul deposito titoli meglio passare ai conti di deposito

01 settembre 2011
Bollo sul deposito titoli meglio passare ai conti di deposito

01 settembre 2011

La manovra finanziaria del luglio 2011 ha aumentato l’imposta di bollo sul deposito titoli. Ma conviene ancora tenere i depositi titoli o conviene passare ai conti deposito?

Quanto sono aumentati i depositi titoli?
Questi gli adeguamenti, a seconda dell’importo investito:
- fino a 50mila euro, il bollo rimane di 34,2 euro;
- oltre 50mila euro e fino a 150mila euro, il bollo sarà di 70 euro nel 2012 e di 230 euro nel 2013;
- oltre 150mila euro e fino a 500mila euro, il bollo è di 240 euro quest’anno, per passare a 780 euro nel 2013;
- oltre 500mila euro, il bollo passerà a 1.100 euro nel 2013.

Tenere o vendere il deposito titoli?
Questo “superbollo” rappresenta un duro colpo anche per i piccoli risparmiatori, quelli che con i risparmi di una vita hanno comprato BoT o BTp. Di fronte al nuovo salasso del bollo, potrebbe scattare in loro la tentazione di vendere tutto, chiudere il deposito titoli e buttarsi su prodotti senza balzelli elevati. È il caso, per esempio, dei conti di deposito, che fanno parte della categoria di prodotti che non ha bisogno dell’apertura di un deposito titoli. In pratica, sono assimilati ai conti correnti: il bollo ad essi applicato rimane di 34,2 euro. Ma non sempre è conveniente vendere. Questa opzione, a conti fatti, ha un senso solo in caso di un investimento davvero modesto e, anche in questo caso, dipende dal costo del vostro deposito titoli.

Conto deposito per piccoli investimenti
Mollare le obbligazioni gravate dal superbollo per puntare su un conto di deposito conviene per investimenti inferiori a 1.710 euro se la vostra banca richiede solo il pagamento del bollo sul conto titoli e non vi addebita nessun’altra spesa per il suo mantenimento. La cifra sale al crescere delle spese di mantenimento del conto titoli. In ogni caso, passare al conto di deposito conviene se avete cifre poco elevate.
Prendiamo il caso in cui le spese legate al  mantenimento del deposito titoli ammontino a 110 euro (è la media dei costi applicati dalle banche italiane ai depositi titoli che contengono obbligazioni italiane ed estere): partendo da questa ipotesi di spese, conviene vendere i bond e passare a un conto di deposito solamente se il vostro investimento è inferiore a 7.210 euro. Negli altri casi, nonostante l’aumento del bollo, le obbligazioni si dimostrano comunque più fruttuose.


Stampa Invia