News

DepositAttivo un conto ambiguo

12 aprile 2011

12 aprile 2011

Conto corrente o conto deposito? L’identità di DepositAttivo, nuovo prodotto lanciato dal Banco di credito cooperativo di Roma, pubblicizzato sul sito della banca e sulla stampa locale della capitale, non è chiara.

Conto corrente o conto deposito? L’identità di DepositAttivo, nuovo prodotto lanciato dal Banco di credito cooperativo di Roma, pubblicizzato sul sito della banca e sulla stampa locale della capitale, non è chiara.

Informazioni incomplete
Foglietto informativo e depliant pubblicitario danno informazioni incomplete e fuorvianti, nient’affatto trasparenti. Per questo lo abbiamo segnalato a Banca d’Italia, Antitrust e Isvap. 
In promozione fino al 31 maggio 2011, Conto DepositAttivo è pubblicizzato così: “è un conto deposito, che ha l’unico scopo di farti guadagnare interessi sul patrimonio investito”. Anche nel foglietto informativo si afferma che è un conto di deposito, ma poi la struttura del foglietto è quella di un conto corrente.
Le acque si confondono ancora di più nel depliant che dice “DepositAttivo si affianca ad un conto corrente tradizionale, sul quale puoi fare tutte le operazioni e attivare le funzioni di addebito e accredito che ritieni utili”. Senza specificare che si deve aprire necessariamente un conto corrente d’appoggio nella Bcc di Roma.

Quale tasso?
Anche sulla remunerazione del conto la pubblicità non è trasparente: “più aumentano le somme depositate, più DepositAttivo aumenta il suo tasso di interesse attivo fino al 3% lordo”.
Peccato che non sia specificato che questo tasso d’interesse si ottenga solo per giacenze di almeno 150 mila euro, mentre quello per giacenze fino a 40 mila euro è dello 0,75%. Insomma, il tasso a regime sarebbe un misero 0,5% lordo, decisamente poco competitivo.
Anche sulla polizza vita legata al conto c’è qualche sottinteso di troppo: “Insieme al Conto DepositAttivo avrai la polizza Bcc Vita per valorizzare il tuo risparmio”. Detto così sembrerebbe che la polizza vita sia gratuita, mentre non lo è. Bisogna indicare che il premio unico è di 5mila euro e che il caricamento è pari all’1,75% del premio versato. La scarsa trasparenza sulle caratteristiche di questo prodotto devono far riflettere, non sono certo un buon biglietto da visita.


Stampa Invia