News

Dal 1 gennaio sale il tasso di interesse legale

03 gennaio 2011

03 gennaio 2011

Dal 1° gennaio 2011 gli interessi legali passano dall’1% all'1,5%. Aumenta l’esborso per chi deve pagare interessi calcolati in base a questo parametro. Conseguenze anche sui pagamenti in ritardo delle imposte.


Tassi in aumento
La modifica è stata decisa dal ministero dell'Economia sulla base del rendimento medio dei titoli di Stato e del tasso di inflazione annuo. Il nuovo coefficiente, pari all'1,5%, è entrato in vigore il primo gennaio 2011, mentre il vecchio tasso (1%) non è più applicato dallo scorso 31 dicembre.


Versamenti in ritardo delle imposte
Fra le altre conseguenze, cambieranno gli importi dovuti al Fisco per i versamenti in ritardo, tramite la procedura di "ravvedimento operoso". A tale proposito, si ricorda che gli interessi vanno calcolati dal giorno successivo a quello entro il quale il pagamento andava fatto e fino al giorno in cui si fa il versamento. Considerando i tassi in vigore nei diversi periodi interessati. Per esempio: su un versamento del saldo Ici effettuato il 15 gennaio 2011 (la scadenza era il 16 dicembre 2010) bisognerà calcolare gli interessi del 1% dell'imposta dovuta dal 17 al 31 dicembre e dell'1,5% dal 1° al 15 gennaio.

 
Fai attenzione ai calcoli, quindi, anche in caso di cartella esattoriale, e tieni conto di tutte le variazioni del tasso nel tempo che trovi qui in tabella.

Periodo Tasso di interesse
01.01.2001 - 31.12.20013,50%
01.01.2002 - 31.12.20033%
01.01.2004 - 31.12.20072,50%
01.01.2008 - 31.12.20093%
01.01.2010 - 31.12.20101%

Stampa Invia