Guida all'acquisto

Pneumatici invernali: guida all'acquisto


Sono ancora in tanti a considerare le gomme della propria auto come un elemento secondario della vettura. In realtà scegliere la gomma giusta e tenerla in buono stato non solo consente di risparmiare in termini di consumi, ma soprattutto rende la guida più sicura e in moltissimi casi permette di evitare pericoli e incidenti. Ma quali gomme montare sulla propria auto? Quali tipi ci sono in commercio? E dove si possono acquistare risparmiando? Ecco alcuni consigli per scegliere il pneumatico giusto.

Estivi o invernali

Se vivi in una regione dal clima molto umido e piovoso o circoli normalmente in zone dal freddo intenso, prendi in considerazione l'acquisto di gomme invernali. La differenza nella frenata e nel controllo dell'auto è significativa. La gomma dei pneumatici estivi perde elasticità a temperature inferiori ai 7° C. Di conseguenza le caratteristiche e le prestazioni si alterano. Il cambio deve essere realizzato all'inizio della stagione più piovosa e fredda. Quando le temperature aumentano, le piogge diminuiscono e la neve è un ricordo, sostituisci le gomme con quelle estive. 

Gomme per tutte le stagioni

Le gomme all season hanno un battistrada studiato per affrontare le frenate su fondi stradali asciutti, cui uniscono - ma in minore quantità - le lamelle tipiche dei pneumatici invernali, utili a gestire neve e fango alle basse temperature. In generale, i pneumatici per tutte le stagioni hanno prestazioni inferiori a quelli estivi e invernali nelle rispettive stagioni. Per questo è meglio comprare due serie di gomme. Certo, la soluzione gomme per tutte le stagioni può essere un buon compromesso se il clima è incerto.

Pneumatici anti-foratura

I pneumatici run-flat consentono al conducente, dopo una foratura, di continuare a viaggiare per più di 80 chilometri alla velocità massima di 80 chilometri all'ora. Quando si fora una gomma, questa tecnologia evita di doversi fermare, scendere e cambiare il pneumatico o chiamare l'assistenza. Con i pneumatici run-flat è possibile circolare senza gomme di scorta. Sono state sviluppate due soluzioni: la prima prevede un altro cerchio di appoggio, mentre la seconda si basa sul rinforzo della parte laterale del pneumatico. Entrambe sfruttano lo stesso principio: in caso di perdita d'aria la struttura di appoggio mantiene il pneumatico sul cerchione e fornisce un'alternativa temporanea. Dato che bisogna mantenere la guida dell'auto come se fosse in condizioni normali, è necessario un sensore che informi il conducente quando uno dei pneumatici sta perdendo aria.

La misura giusta

Ogni pneumatico riporta sul fianco una serie di numeri di identificazione: si tratta di fatto della taglia del pneumatico. Ogni modello di auto, in base alla propria categoria, può montare solo un numero ristretto di taglie differenti, riportate chiaramente sul manuale del veicolo. Quando devi acquistare o sostituire le gomme controlla quindi quali taglie sono adatte alla tua auto o, più semplicemente, orientati sulla stessa misura di quelle precedenti. In ogni caso è utile sapere cosa indica ognuna delle cifre indicate sulla gomma: per fare un esempio proviamo a vedere cosa significa un codice come 185/60R14H:

  • 185: esprime la larghezza del pneumatico in millimetri.
  • 60: è il rapporto, in percentuale, tra larghezza e altezza della gomma. Più basso è il numero più la gomma è sportiva.
  • R: sta per radiale
  • 14: è il diametro esterno della ruota.
  • H: esprime la velocità massima omologata dalla vettura. In questo caso H equivale a 210 Km/h