News

Bonus asilo nido: cos'è e come richiederlo

La Legge Finanziaria ha aumentato a 1.500 euro il bonus nido 2019 per il pagamento di rette per la frequenza di asili e di forme di assistenza domiciliare per bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche. Il servizio Inps online sarà attivo dalle 10:00 del 28 gennaio. Fai subito domanda, una volta raggiunto il limite non verranno accettate altre richieste. 

  • contributo tecnico di
  • Ivano Daelli
16 gennaio 2019
  • contributo tecnico di
  • Ivano Daelli
bonus asilo nido

Se hai un bimbo di 0-3 anni, dal 28 gennaio al 31 dicembre 2019 puoi richiedere il bonus asilo nido. Ma ci sono limiti e non possono richiederlo tutti. Ecco come funziona e chi può farne domanda.

Cos'è il bonus asilo nido

Il bonus asilo nido è un contributo di 1500 euro annui, versato dall'INPS in 11 mensilità di 136,37 euro mentre viene erogato in un'unica soluzione nel caso di bambini conforma di assistenza domiciliare a causa di una grave patologia cronica. Nel caso di asilo pubblico o privato, hai diritto al contributo della spesa sostenuta, nulla di più, nulla di meno: per esempio se la retta è di 80 euro, riceverai 80 euro.

Chi può richiedere il bonus

 La domanda può essere presentata dal genitore di un minore nato o adottato dal 1 gennaio 2016 in possesso dei requisiti richiesti:

  • cittadinanza italiana;
  • cittadinanza UE;
  • permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;
  • carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione europea; (art. 10, decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30);
  • carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza dell’Unione europea (art. 17, d.lgs. 30/2007);
  • status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria;
  • residenza in Italia;
  • relativamente al contributo asilo nido, il richiedente è il genitore che sostiene l’onere del pagamento della retta;
  • relativamente al contributo per forme di assistenza domiciliare, il richiedente deve coabitare con il figlio e avere dimora abituale nello stesso comune.

Tutti i requisiti devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda. Ricorda che non devi presentare l'ISEE, infatti l'INPS provvederà con il pagamento a prescindere dal reddito.

Come fare domanda per il bonus

Ecco come puoi richiedere il bonus:

  • sul sito dell'INPS, accedendo con il proprio PIN oppure usando il sistema SPID o la Carta Nazionale dei Servizi;
  • chiamando il numero verde 803 164 gratuito da rete fissa oppure, se chiami da smartphone, il numero 06 164 164, ma ricorda che quest'ultimo è a pagamento;
  • rivolgendosi ad un patronato.

Bisogna specificare qual è la casistica a cui si è interessati:

  • pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati autorizzati, bisogna indicare oltre alla denominazione e al codice fiscale della struttura, anche gli estremi del provvedimento autorizzativo.. Sono escluse dal rimborso le spese sostenute per i servizi educativi integrativi all’asilo nido (ad esempio ludoteche, spazi gioco, spazi baby, pre-scuola, ecc.); 
  • introduzione di forme assistenza domiciliare a favore dei bambini, di età inferiore a tre anni, affetti da gravi patologie croniche.

Come si riceve il bonus

Puoi decidere se ricevere il pagamento tramite gli uffici postali oppure tramite accredito sul proprio:

Se opti per l'accredito diretto devi presentare all’INPS il modello SR163 nel quale la Banca o la Posta attestano che il conto corrente, il libretto o la carta prepagata sono effettivamente intestati alla persona che fa la richiesta.

Il bonus non è cumulabile

Il bonus asilo nido non è cumulabile con la detrazione Irpef del 19% per lo stesso tipo di spesa mentre il contributo economico (voucher asili nido o baby-sitting) già introdotto in sostituzione, anche parziale, del congedo parentale a favore della mamma lavoratrice non è stato prorogato per il 2019.

Attenzione, però, perché sono stati stanziati solo 300 milioni di euro: una volta raggiunto il tetto massimo, l'INPS non accetterà altre domande.