News

Guida agli airbag da moto

01 luglio 2013

01 luglio 2013

Airbag per motociclisti, ovvero giubbotti che si gonfiano in caso di incidente. Ma attenzione, non sempre salvaguardano le parti vulnerabili. E non sostituiscono le altre (indispensabili) protezioni. Guarda il video girato in laboratorio.

Gli airbag per i motociclisti sono la nuova frontiera della sicurezza stradale, dedicata alle due ruote. Da gennaio 2013 esiste la versione ufficiale della norma europea EN 1621-4: la norma specifica i requisiti e i metodi di prova per l’abbigliamento protettivo per motociclisti, in particolare la parte 4 riguarda appunto le protezioni gonfiabili. Queste giacche, equipaggiate con un dispositivo di sicurezza gonfiabile, sono nuove anche per il mercato italiano, dove di fatto ad oggi sono solo due i modelli acquistabili in negozio: quelli che abbiamo sottoposto al test, le altre marche sono in vendita solo online.



Cosa offrono in più delle protezioni tradizionali

Gli airbag da moto, in teoria, dovrebbero offrire maggiore tutela rispetto alle protezioni tradizionali rigide conosciute tra i motociclisti, come i gusci per schiena, ginocchia, gomiti o spalle. Rispetto alle giacche tradizionali, infatti, quelle con airbag coprono alcune zone particolarmente delicate, come la cervicale.

I modelli non sono tutti uguali. Ne abbiamo testato uno specifico per la prevenzione del colpo di frusta, una sorta di collarino gonfiabile a difesa del collo, che è da integrare con sistemi di protezione rigidi per spalle e gomiti; più un altro che protegge da solo l'intera colonna vertebrale: quest'ultimo si è rivelato efficace.

 


Stampa Invia