News

Samsung Galaxy S5: caro come i predecessori

11 aprile 2014

11 aprile 2014

Arriva anche in Italia il nuovo smartphone di punta di casa Samsung. Il Galaxy S5 è la naturale evoluzione dei suoi predecessori, dei quali purtroppo riprende anche il prezzo di lancio. L’abbiamo portato in laboratorio per testarlo, ma nel frattempo ecco che impressione ci ha fatto.

Il Galaxy S5 è il nuovo smartphone top di gamma di Samsung. Il telefono continua sulle orme dell’S3 e dell’S4, che sono tutt’ora tra i primissimi nella nostra classifica di qualità. Se vuoi vedere i nostri giudizi su questi modelli e metterli a confronto con gli altri concorrenti, puoi consultare il nostro test.


Confronta gli smartphone


Più potente, ma anche più grande

Lo schermo, rispeto al Galaxy S4, è leggermente più grande (5,1” rispetto a 5”) e dovrebbe anche essere più luminoso. Anche la batteria è più grande, ma vedremo con le nostre prove se questo significa un aumento dell'autonomia o serve a compensare il maggior consumo derivante dallo schermo e anche dal processore più veloce. 

Anche nella fotocamera si sale con le caratteristiche: ora i megapixel sono 16 (rispetto ai 13 del S4). E il telefono è anche dotato di una modalità di autofocus selettivo. Le nostre prove di laboratorio, in passato, hanno spesso mostrato come la fotocamera sia uno di quei punti in cui è più difficile correlare le caratteristiche su carta con le prestazioni sul campo: prima di pronunciarci sulla fotocamera aspettiamo dunque le nostre prove, che pubblicheremo quanto prima (a questo proposito è bene ricordare che per i nostri test utilizziamo sempre prodotti comprati nei negozi e non inviati dai produttori). 

Grazie al suo nuovo retro dovrebbe essere meno scivoloso, anche se l'incremento nelle dimensioni dovrebbe renderlo più difficile da maneggiare, specialmente per chi è abituato a maneggiare i telefoni prevalentemente con una mano sola. I pulsanti capacitivi, quelli che stanno intorno al pulsante al centro in basso e che non si vedono se non li si tocca, sono stati modificati, in accordo alle modifiche introdotte dalla nuova versione di Android, la 4.4, che gira su questo telefono. 

Meno gadget inutili, ma prezzo troppo alto 

Tra le innovazioni più interessanti c'è l'impermeabilità: stando a quanto dichiara Samsung adesso il telefono dovrebbe resistere a una caduta in acqua. Lo verificheremo con le nostre prove di laboratorio, ma sin d'ora possiamo notare che, per raggiungere l'impermeabilità dichiarata è necessario chiudere con l'apposito coperchietto la presa usb, dunque bisognerà prestare attenzione a questo particolare. 

Seguendo una delle mode tecnologiche del momento, anche Samsung Galaxy S5 è dotato di lettore di impronte digitali: a differenza di Apple l'accesso a questa funzionalità dovrebbe essere consentito anche agli sviluppatori di applicazioni e questo, se da un lato aumenta gli usi possibili che si può fare di questa tecnologia, dall'altro solleva non pochi dubbi relativi alla sicurezza. 

Samsung è nota per inserire nei suoi smartphone di punta numerosi “gadget”: l’anno scorso l’S4 era pieno di funzioni automatiche relative a vari aspetti d’uso del telefono, sinceramente poco usati e che infatti quest’anno dovrebbero passare in secondo piano se non sparire del tutto. Tra le curiosità, segnaliamo un sensore di battito cardiaco (che dovrebbe alimentare le applicazioni per salute e fitness, molto di moda), una modalità di super-risparmio della batteria (che comprende anche il mutare lo schermo in bianco e nero) e un download booster, funzionalità che dovrebbe velocizzare il trasferimento di dati via internet utilizzando contemporaneamente sia wifi che rete dati (normalmente i telefoni scelgono una o l’altra). 

Infine il prezzo. Purtroppo, dai suoi predecessori ha preso anche il prezzo di lancio: 699 euro. In tempi come questi si tratta di una spesa decisamente non per tutte le tasche.


Stampa Invia