News

Seggiolini per auto: stop alle alzatine fino a 125 cm di altezza del bambino

31 gennaio 2017
seggiolini auto

31 gennaio 2017
Da quest'anno sono entrate in vigore le nuove norme sulla sicurezza dei bambini in auto. La novità più importante è lo stop ad alzatine, rialzi o booster fino ai 125 cm di altezza del bambino. Ma cambiano anche le sanzioni per chi non rispetta le regole. Ecco tutte le novità della normativa.

Il 1° gennaio 2017 sono entrate in vigore nuove norme sull'omologazione dei seggiolini auto per bambini. Lo scopo è ovviamente quello di aumentare la sicurezza dei più piccoli quando si viaggia. Le nuove regole vanno a modificare la norma di omologazione ECE R44 e ECE R129 per cui i nuovi prodotti avranno un requisito essenziale in più: l’obbligo di avere lo schienale fino ai 125 cm di altezza. Resta invece immutato l’articolo 172 del codice della strada “Uso delle cinture di sicurezza e sistemi di ritenuta per bambini” che invece fa riferimento all’utilizzo di prodotti omologati (e quindi restano validi tutti i prodotti R44(3), R44(4), R129. Ecco le novità principali.

Stop alle alzatine

L’uso del sistema di ritenuta (seggiolino o alzatina) è obbligatorio per i bambini fino ai 150 cm di altezza, circa 12 anni (limite che resta invariato). Tuttavia, le norme, fino allo scorso anno, consentivano di poter utilizzare, dai 22 kg di peso (5 anni circa) in poi, le cosiddette "alzatine" (o rialzi o booster). Quest’ultime altro non sono che dei cuscini (con o senza braccioli) che si appoggiano sul sedile dell’auto e sollevano il bambino di circa 10-15 cm per portarlo all’altezza adatta per l'utilizzo delle normali cinture di sicurezza.

Dal 1° gennaio questo non è più possibile. Le nuove regole, infatti, vietano l’omologazione di questo tipo di prodotti fino ai 125 cm di altezza del bambino (circa 8 anni). Un provvedimento che noi chiedevamo da molto tempo. Nei nostri test non inseriamo mai le alzatine e penalizziamo quei prodotti ai quali si può o si deve togliere lo schienale per poter utilizzarli fino ai 150 cm di altezza (ovvero i seggiolini che fanno parte del gruppo 3). I bambini seduti sui rialzi, infatti, oltre ad avere una minore protezione in caso di urto laterale, hanno generalmente la cintura che passa troppo alta (ad altezza collo) e, soprattutto quando si addormentano, assumono posizioni pericolose. In caso di incidente, quindi, potrebbero subire danni notevoli. 

In base alla nuova normativa non è più possibile omologare seggiolini che non consentano di tenere lo schienale fino ai 125 cm. Quelli già omologati saranno ancora in vendita, acquistabili e utilizzabili almeno per un po’ di tempo. Le alzatine, quindi, possono continuare a essere utilizzate, ma è una questione di sicurezza. Se vuoi proteggere tuo figlio nel modo migliore scegli prodotti con lo schienale: questo renderà più agevole l’utilizzo della cintura di sicurezza e gli garantirà una maggiore protezione in caso di incidenti.

Se hai delle alzatine o il tuo seggiolino è troppo vecchio e non rispetta più i parametri (più severi) di legge, è arrivato il momento di cambiare. Ti aiutiamo a scegliere il seggiolino più adatto a te.

Seggiolini auto: trova quello più adatto a te

Multe più salate e ritiro della patente

Se fai viaggiare il tuo bambino in auto senza seggiolino, con le nuove norme, rischi una multa che va da 80 a 323 euro. Se sei recidivo, dopo due multe nell’arco di due anni, ti verrà sospesa la patente per un periodo di tempo compreso tra 15 giorni e 2 mesi.  Attenzione: se tuo figlio pesa 22 kg e può quindi essere trasportato su un seggiolino di gruppo 3 e anche su un’alzatina, non ci sono vincoli in termini di altezza e puoi usarlo fino al raggiungimento dei 150 cm. In questo caso se ti venisse fatta una multa, occorre fare ricorso: se sei socio chiama la consulenza giuridica al numero 02 6961550 per essere aiutato.


Stampa Invia