News

Optima Vita Mia, la tariffa combinata sotto la lente

14 dicembre 2016
Optima Vita Mia: l'offerta combinata di energia e telefono

14 dicembre 2016
Dopo la nostra news su Vita Mia, l’offerta unica per le utenze di luce, gas e telefono fisso, il fornitore Optima ha fornito alcune precisazioni. Alla luce delle nuove informazioni, abbiamo analizzato la tariffa combinata. Sul sito aumenta la chiarezza, ma c'è ancora margine di miglioramento. La convenienza, invece, proprio non c’è.

Circa due settimane fa avevamo parlato di Optima, un nuovo fornitore multiservizio che proponeva di semplificare il mondo delle utenze. Si tratta, in pratica, di un unico operatore per le spese di elettricità, gas e telefono fisso. In seguito alla nostra analisi, siamo stati contattati dal fornitore che ha risposto alle nostre richieste di chiarimento. Alla luce di queste nuove informazioni, perciò, siamo in grado di valutare meglio l’offerta, soprattutto in relazione con quanto proposto dal resto degli operatori sul mercato. L'indagine che segue è stata svolta il 14 dicembre 2016: ecco i dettagli.

La questione della personalizzazione dell’offerta

Avevamo lasciato aperta la questione che riguarda le reali abitudini di consumo, utilizzate per la personalizzazione dell’offerta. Optima ha chiarito e sostanzialmente confermato quanto da noi rilevato: una personalizzazione effettiva è possibile solo con la visita a domicilio dell’agente commerciale di Optima. Solo a questo punto, bollette alla mano, si potrà definire la tariffazione basata sui consumi reali. Nel caso del contatto telefonico, invece, si procede con un questionario che, sebbene articolato, fornisce comunque una stima dei consumi, soprattutto in ambito energetico. Stando a quanto dichiarato da Optima, inoltre, viene effettuato un monitoraggio continuo dei consumi per adattare la tariffa alle abitudini della clientela. In caso di variazioni, la nuova offerta non viene attivata automaticamente, ma è necessario il consenso formale del cliente.

Come sottoscrivere il contratto: vendita diretta e call center

Avevamo sollevato qualche dubbio anche sull'invio contratto. Optima ha quindi specificato che, nel caso di vendita diretta, il contratto viene consegnato sul momento al cliente. Sarà quindi possibile consultare il dettaglio relativo al canone unico, alle taglie di consumo incluse nel canone per tutti i servizi scelti, alla percentuale di incidenza di ciascun servizio sul canone, alle caratteristiche tecniche delle utenze e al costo di attivazione. Nel caso di vendita tramite call center, invece, la sottoscrizione del contratto avviene tramite registrazione della telefonata (il cosiddetto vocal-order), ma il cliente riceverà un link tramite sms, con la proposta di contratto e tutti i dettagli.

Cosa succede in caso di di disattivazione o recesso anticipato

Arriva una conferma anche riguardo la possibilità di attivazione per chi è già cliente Telecom o di provider che “affittano” la rete Telecom per portare i propri servizi nelle case degli italiani. In questo momento, stando a quanto pubblicato sul sito di Optima nell’informativa commerciale, non sono previsti costi di attivazione. Per quanto riguarda la disattivazione, invece, il fornitore ha risposto alle nostre richieste di maggior chiarezza. Nel caso in cui il cliente decidesse di cambiare l'operatore Adsl dovrà pagare 72,60 euro. Dalla documentazione reperita sul sito, inoltre, emerge anche la presenza di penali per il recesso anticipato. Se si dovesse decidere di chiudere il contratto prima dei 12 mesi previsti come durata minima, Optima chiede al cliente 72,60 euro.

Informazioni carenti sul prezzo delle forniture di energia

Sul sito di Optima al momento sono disponibili tutte le informazioni necessarie per determinare la stima della spesa con Vita Mia. Però, mentre per quanto riguarda la telefonia fissa è presente un dettaglio dei costi al consumo e delle quote fisse applicate, non avviene lo stesso per la fornitura di luce e gas. Per queste due voci, infatti, Optima ha scelto di pubblicare solo le schede di confrontabilità che permettono di comprendere la stima della spesa annua dell’offerta in oggetto rispetto alla spesa sostenuta con le tariffe stabilite dall’Authority dell’energia. Contrariamente a quanto accade di solito, un aspetto che riteniamo positivo, il prezzo indicato nella scheda comprende anche le imposte. Dal punto di vista del prezzo delle forniture di luce e gas, le informazioni risultano però ancora carenti. Viene fornita una stima di spesa annua applicando tutte le voci di costo (senza specificare quali) a un livello di consumo mensile. Si dichiara che l’offerta è a prezzo fisso per 12 mesi, ma sarebbe più trasparente dare maggiori informazioni: cosa succede se si consuma di più o di meno rispetto al livello di consumo prestabilito? Queste informazioni, che sono riportate solo sul servizio telefonico, dovrebbero esserci anche per l’energia. Per quanto riguarda quest’aspetto, perciò, la trasparenza è ancora da migliorare.

Conto Relax, poca coerenza tra le diverse sezioni del sito 

Sul conto Relax continuiamo a riscontrare informazioni non coerenti. Quanto indicato nella sezione “Verifica la tariffa”, infatti, non coincide con quello che viene riportato sotto la voce “Info per i clienti”. Nel primo caso il provider si impegna a trasformare in uno sconto il saldo positivo di conto Relax, mentre nel secondo sembra che il conto, se positivo, venga azzerato. Ancora una volta, chiediamo a Optima di fare chiarezza su cosa accadrà ai clienti che decideranno di sottoscrivere l’offerta.

L'analisi dei costi: dati alla mano, la convenienza non c'è 

Arriviamo quindi ai costi: oltre al vantaggio di avere un unico fornitore, c’è un risparmio? A fronte delle informazioni aggiunte, siamo in grado di valutare in maniera più approfondita Optima Vita Mia e, soprattutto, di confrontarla al resto delle offerte presenti sul mercato. Ci concentriamo sulla versione flat dell’offerta per il telefono fisso, che prevede un canone mensile di 22,50 euro al quale vanno aggiunti 14,50 euro per la linea Adsl. Mantenendo esattamente gli stessi profili di consumo utilizzati in precedenza (famiglia di cinque persone che vive in un'abitazione non particolarmente efficiente dal punto di vista del risparmio energetico, accessoriata di elettrodomestici e dotata di riscaldamento autonomo), la spesa con Optima sarebbe di 66,50 euro mensili per l’energia elettrica e di circa 105 euro per i consumi di gas. A conti fatti, con Optima Vita Mia andremo a spendere 208,50 euro. Utilizzando il nostro comparatore delle tariffe per il telefono fisso, troviamo soluzioni per il servizio combinato di telefono e internet con un costo mensile di 26,73 euro. La spesa media per l’energia elettrica si attesta a 49,50 euro e quella per il gas a 72 euro. Combinando le tre offerte, quindi, andremo a spendere 148 euro, molto meno rispetto a quanto ipotizzato con Optima.