ultimo aggiornamento: 17/10/2020

Chiedo urgenti chiarimenti

Buongiorno, all'inizio dell'anno ho acquistato un piccolo appartamento da ristrutturare. Ho fatto fare una perizia asservata ad un tecnico che ha rilevato problemi di tipo strutturale e la nessitá di opere di consolidamento. Parte di tali problemi derivano da ammaloramenti delle parti comuni del palazzo. Ho trasmesso la perizia a tutti i condomi chiedendo all'Amministratore  di convocare l'Assemblea straordinaria. Questa è stata convocata ma io sono stata letteralmente insultata e aggredita nè è stato possibile parlare. Per loro il palazzo non necessita di lavori e il mio appartamento neanche. Ho chiesto così  l'intervento della ripartizione Urbanistica del mio comune che ha fatto un sopralluogo confermando i dissesti da me segnalati e ha diffidato sia l'Amministratore sia me in quanto proprietaria, ognuno per gli adempimenti di competenza, ad effettuare idonei interventi previa verifica di insussistenza pericolo certificata da un ingegnere. Naturalmente, tutti i condomini (21) insieme all'Amministratore mi odiano e ieri che si è tenuta l'Assemblea nella quale si è discusso della diffida, i condomini hanno messo a verbale che "mi invitano" a non iniziare i lavori per non arrecare pregiudizio al palazzo, diversamente mi avrebbero imputato i danni, finchè non nominano un loro ingegnere che dovrá fare il sopralluogo al mio appartamento come in quello degli altri. Ma io ho una diffida che mi impone di iniziare. E' regolare la loro richiesta? inoltre, mi vogliono denunciare per "procurato allarme" e per aver costretto ora a fare lavori volendomi imputare i danni economici. Grazie a chi mi risponderà

User name

Commenta il post

Condividi la tua opinione o fai la tua domanda nel gruppo Vivere in condominio della comunità Casa e condominio!

Per commentare i post della community devi essere registrato al nostro sito.

Registrati                fai la login

Risposte

Nessun utente ha ancora risposto