News

Prodotti hi tech: inchiesta sulla soddisfazione dei consumatori

Sei soddisfatto del tuo smartphone, notebook, tablet, televisore o fotocamere? Abbiamo chiesto a 43mila persone di giudicare l’affidabilità delle marche dei loro dispositivi tecnologici casalinghi. Ecco cosa ne pensano.

29 aprile 2019
ultrabook

Dai grandi elettrodomestici ai prodotti per la casa, dagli alimenti all’hi tech: Sono 115 le categorie dei nostri test, per oltre 4.500 prodotti testati, con l’aggiornamento quotidiano di 130mila prezzi dei negozi tradizionali e 22mila prezzi di quelli online. In base alle nostre dritte, ci si può fare un’idea preventiva dei pregi e degli eventuali difetti che caratterizzano ciò che si ha intenzione di acquistare. Ma il nostro compito non si ferma qui: ai nostri soci, periodicamente, chiediamo di raccontarci se, e quanto, sono soddisfatti del prodotto che hanno comprato e come ne giudicano il livello di affidabilità. Di fatto, è una sorta di doppio test: il prodotto viene dapprima analizzato da noi e poi provato dai soci. Queste ultime valutazioni ci permettono di trarre dati generali sull’affidabilità e sulla soddisfazione per ciascuna marca di prodotto.

L'affidabilità dei prodotti hi tech

Proprio questo è stato l’obiettivo della nostra inchiesta, partita a settembre 2018, che ha coinvolto oltre 43mila persone nel nostro e nei Paesi delle organizzazioni consorelle di Belgio, Spagna, Portogallo e Francia. Gli italiani che hanno risposto al nostro questionario sono stati circa 10.500.

Questa volta abbiamo puntato il mirino sui prodotti tecnologici domestici. Abbiamo infatti chiesto ai possessori di valutare l’affidabilità e il grado di soddisfazione, a seconda della marca, di notebook, stampanti, smartphone, tablet, televisori e fotocamere. I risultati, nel complesso, sintetizzano l’esperienza dei consumatori rispetto a ben 150mila prodotti.

Punto debole, la batteria

In generale, le valutazioni assegnate dai possessori ai propri prodotti hi tech sono piuttosto positive. I giudizi particolarmente lusinghieri sono tanti, sia sotto l’aspetto della soddisfazione sia per quanto riguarda l’affidabilità. Tra i prodotti presi in considerazione, notebook e smartphone sono quelli che danno meno problemi, mentre i tablet rispondono meno spesso alle aspettative. Per tutte e tre le categorie di dispositivi, è la batteria che si segnala più spesso come punto debole; per smartphone e tablet qualche delusione arriva anche dallo schermo touchscreen.