News

Apple politica poco trasparente sulle batterie

10 agosto 2011

10 agosto 2011

Come abbiamo già accennato, le batterie dei prodotti Apple non si possono acquistare e sostituire per proprio conto: Apple non le vende singolarmente e sarebbe comunque complicato farlo. Tutto quello che il possessore di un iPhone può fare è rivolgersi ai centri assistenza autorizzati, lasciare il proprio telefono per qualche giorno e pagare al ritiro un conto piuttosto salato: da 90 a 120 euro, ovvero circa un terzo del valore del prodotto.
Peccato che per scoprirlo non basta contattare uno qualunque dei rivenditori autorizzati Apple. Per ottenere informazioni sui prezzi delle batterie di ricambio, abbiamo dovuto fare decine di telefonate, tutte senza grandi esiti. I punti vendita ufficiali Apple, infatti, lungi dal fornire informazioni chiare al consumatore, spesso tergiversano o si rifiutano di comunicare i costi per telefono: alcuni chiedono di visionare prima il telefono, altri obbligano a rilasciare il codice EMAI e il nome del proprietario dell’iPhone, ma c’è anche chi ci ha espressamente risposto che “queste informazioni per telefono non le diamo”; quale delicata informazione debba rimanere così segreta non siamo proprio riusciti a capirlo.
Tuttavia, in questo caso, è diritto del consumatore conoscere esattamente il costo della sostituzione prima di consegnare il cellulare al centro assistenza; informazioni che devono contenere il costo della batteria sia quello della manodopera. Se vi capita di imbattervi in comportamenti poco trasparenti (come è successo a noi) potete segnalarli direttamente all’Antitrust (agcm.it).

Fai-da-te: troppo complesso
Tuttavia su internet, e in particolare su Youtube, alcuni video mostrano passo passo come cambiare da soli la batteria del proprio iPhone. Online infatti si vendono per pochi euro (circa 20 euro) kit comprensivi diuna batteria (circa 10 euro) e di alcuni appositi cacciaviti indispensabili per svitare le minuscole viti della scocca dell’iPhone. Si tratta però di un’operazione piuttosto complessa, non molto diversa  da quella necessaria per cambiare una scheda madre o una scheda grafica di un pc. Un’operazione che ci sentiamo di sconsigliare ai meno esperti, anche perché di fatto annulla l’eventuale garanzia sull’intero prodotto e c’è il rischio concreto di danneggiare altre componenti.


Stampa Invia