News

Presentato l'Apple iPad

28 gennaio 2010

28 gennaio 2010

Con il lancio del suo nuovo iPad, Apple si conferma maestra nel generare grande interesse verso i suoi prodotti. Ma aspettative troppo alte rischiano poi di causare delusione quando si alza il sipario, e sembra esser questo il caso dell'iPad.

Considerato che iPad sarà messo in vendita solo tra un paio di mesi (le nostre osservazioni si basano su quanto mostrato da Apple durante la presentazione del 27 gennaio e sulle annunciate specifiche del prodotto), gli appassionati di tecnologia che stanno per fare shopping potrebbero chiedersi: forse vale la pena rimandare l'acquisto e aspettare l'arrivo dell'iPad? In generale la nostra risposta è: no, non vale la pena aspettare. Ma vediamo caso per caso perché, confrontando iPad con altre categorie di prodotto.

iPad contro apparecchi veramente portatili
Lo vogliamo confrontare con smartphone e lettori mp3? Non c'è gara. iPad è troppo grande. iPhone e similari sono apparecchi che si hanno sempre in tasca, questo no.

iPad contro lettori di ebook
Anche qui, i due apparecchi non sono nemmeno lontanamente paragonabili, benché Apple ci stia provando. L'unico modo per vendere iPad come lettore di eBook è di proporlo a persone che non hanno mai visto un vero lettore di ebook (o a persone che non leggono molto). Perché? Perché lo schermo - pur essendo probabilmente un ottimo schermo - è pur sempre lo schermo di un computer, con tutti i problemi che ne derivano in termini di lettura prolungata. Un lettore di ebook fornisce un'esperienza di lettura molto simile a quella della carta, non fa stancare gli occhi, si legge perfettamente anche in pieno sole e la batteria dura per una settimana. Si paragoni questo a uno schermo retroilluminato, che probabilmente non si vede bene al sole (impossibile pensare di usarlo al mare, per esempio) e ha una durata della batteria di 10 ore. Per non parlare dei prezzi: l'iPad probabilmente - considerata la pessima abitudine di Apple di tradurre i prezzi da dollari a euro con un cambio 1 a 1 - costerò dai 500 euro in su, mentre un lettore di ebook costa tra i 200 e i 300 euro.

L'unica cosa positiva dell'iPad come lettore di ebook è l'effetto sulla concorrenza: sperabilmente gli altri produttori abbasseranno i prezzi, e magari costituirà un incentivo per gli editori italiani a sbarcare finalmente in questo mondo.

iPad contro Netbook
Qui il responso è più dubbio. Ci sentiamo di escludere che iPad possa essere usato come computer principale. Anche i netbook non sono ottimi sotto questo punto di vista, ma ce la possono fare. La tastiera virtuale dell'iPad sembra di buone dimensioni, ma in quella mostrata alla conferenza mancavano le lettere accentate: se per farle apparire il metodo è lo stesso della tastiera virtuale dell'iPhone (premere su una lettera e poi scegliere l'accento) questo renderà scrivere testi lunghi su un iPad decisamente più scomodo che sulle vere tastiere dei netbook, per quanto piccole esse siano. Resta inoltre da provare quanto sia comodo scrivere direttamente sullo schermo, abituati come siamo a scrivere su tastiere che sono messe ad angolo rispetto allo schermo.

Molto deludente, dal punto di vista di un computer, l'incapacità di gestire due o più applicazioni contemporaneamente: è già un difetto fastidioso sull'iPhone, qui è presumibile si faccia sentire ancora di più.
La navigazione in internet sembra effettivamente molto valida, ma l'incompatibilità con lo standard flash (alla base di molti filmati pubblicati in rete) è una nota stridente (al punto che è emersa persino durante un paio di imbarazzanti momenti della presentazione di Steve Jobs).

Questa sarà presumibilmente la categoria di prodotto con cui iPad si scontrerà di più. La scelta dipenderà anche da come pensate di usarlo: se cercate un prodotto per navigare internet o dare un'occhiata a foto e contenuti multimediali comodamente seduti in poltrona, iPad potrebbe essere una buona scelta, ma in generale crediamo che i netbook riusciranno a resistere al colpo, perlomeno fino a quando Apple non avrà seriamente migliorato il prodotto (introducendo il multitasking, funzionalità di videochat, una macchina fotografica etc). E non dimentichiamoci dei prezzi: un netbook oggi potete trovarlo a partire da 200 euro.

iPad contro tutto il resto
Questo apparecchio può fare molte cose: potrebbe essere la miglior cornice per foto digitali di tutti i tempi, per esempio. Ma di nuovo, il discorso cade sui prezzi: il nostro miglior acquisto del test di dicembre costava 129 euro.

Molta enfasi durante la presentazione è stata data ai videogiochi. Si sono viste cose interessanti, in effetti, ma: questo non è un apparecchio veramente portatile, nel senso di un apparecchio che si porta sempre con sé come un telefono, non sembra neanche qualcosa che darete ai vostri figli piccoli per farli divertire e per videogiocare in casa è difficile pensare che si possa preferire iPad a una vera console di videogiochi. Insomma: le persone che acquisteranno questo apparecchio quasi sicuramente lo useranno anche per giocarci, ma ci sembra improbabile che qualcuno lo acquisti proprio per questo scopo.

Lettore video portatile. iPad è certamente un buon prodotto da questo punto di vista. Ma stiamo parlando di un mercato per il quale esistono già moltissimi apparecchi e che ciò nonostante non è mai decollato. Inoltre presumibilmente ci sarà il solito problema di Apple con i formati video: non è chiaro che iPad possa riprodurre i film in xvid e divx, per esempio.

Fa molte cose, ma ne vale la spesa?
iPad è un apparecchio molto attraente, che molti appassionati vorrebbero senz'altro avere tra le mani. Può fare molte cose, ma non sembra in grado di fare qualcosa molto meglio di altri apparecchi - assai più economici - già presenti sul mercato. La nostra prima impressione è che questo sia una specie di iPod Touch gigante, e non sembra scontato che il mondo ne abbia bisogno, men che meno che sia disposto a pagarlo 500 euro.


Stampa Invia