News

Riparare lo smartphone: male un centro assistenza su due

15 maggio 2012

15 maggio 2012

La nostra inchiesta in sei città dimostra che riparare un guasto banale allo smartphone può costare davvero caro. Oppure si è costretti ad attende troppo, anche più di un mese.

Abbiamo acquistato (nuovi e perfettamente funzionanti) due diversi smartphone, di modelli non recentissimi ma di un certo valore economico (circa 200 euro), e abbiamo causato un piccolo danno alla batteria: abbiamo steso una colla trasparente proprio sui contatti (simulando una batteria non più in grado di tenere la carica o coi contatti rovinati). Li abbiamo quindi portati a riparare dicendo che non erano più in garanzia. Abbiamo visitato ben 34 centri assistenza (monomarca e plurimarca) tra Milano, Torino, Roma, Napoli, Bari e Palermo, valutando tempi e costi dell’intervento.

Costi fino a 80 euro
Per riparare il telefono da noi manomesso sarebbe bastato grattar via la colla dai contatti o (nella peggiore delle ipotesi) sostituire l’intera batteria. Il costo dell’intervento, quindi non avrebbe dovuto superare quello di una batteria nuova (circa 15 euro) e della manodopera (10 euro è una cifra adeguata per un intervento di pochi minuti). Anche per quanto riguarda il tempo abbiamo considerato accettabile restare fino a 4-5 giorni senza telefono (considerando che alcuni negozi hanno spedito il telefono all’assistenza ufficiale di marca).
Due centri sono stati eliminati in quanto non ci hanno riparato il guasto. Diciotto (più della metà) hanno ottenuto un giudizio negativo a causa dei costi davvero elevati (anche 80 euro) o tempi di riparazione troppo lunghi (anche più di 30 giorni).

Salvare lo smartphone: cosa fare se...
- Se si bagna. Dipende da quanto è stato esposto all’acqua; non accendetelo (la tentazione di vedere se va è forte). Aprite gli sportelli dove alloggiano batteria, sim e scheda SD. Estraeteli dagli alloggiamenti. Mettete il telefono in un luogo caldo e asciutto, ben ventilata. Lasciatelo a riposo 2 settimane. Provate a riassemblarlo e a caricare la batteria.
- Se si spegne. Se il telefono si spegne improvvisamente e frequentemente durante le chiamate, può essere dovuto alla batteria vecchia: meglio cambiarla. Anche il fatto che si scaldi molto di più quando viene messo in carica può dipendere dalla batteria vecchia.
- Se cade. Se a seguito di una caduta o un urto sembra non prendere più, provate a controllare che la sim sia alloggiata correttamente e non si sia spostata.
- Se non prende più la rete. Se il telefono non prende più, anche senza un urto, provate la sim su di un altro telefono.
Se si blocca. Soprattutto coi complessi sistemi operativi degli smartphone, può capitare che tutto si blocchi. In questi casi dovete forzare lo spegnimento del tele- fono, togliendo la batteria (o seguendo le apposite procedure) e poi riavviarlo.

  

 

 


Stampa Invia