News

Tariffe cellulari: la Commissione europea richiama l'Agcom

05 luglio 2011

05 luglio 2011

Il mese scorso avevamo segnalato alla Commissione europea di intervenire sul Garante delle comunicazioni per fare in modo che rivedesse la proposta di far gravare ulteriormente i costi della telefonia mobile sulle tasche dei cittadini. Ecco com'è andata.

Il mese scorso avevamo chiesto alla Commissione europea di intervenire sul Garante delle comunicazioni per fare in modo che rivedesse la proposta di far gravare ulteriormente i costi della telefonia mobile sulle tasche dei cittadini. Le tariffe cosiddette di terminazione su rete mobile, ovvero quelle da operatore a operatore, avrebbero avuto un impatto significativo sulle tariffe al consumo.

Il percorso di riduzione deve finire entro il 2012
Con una lettera formale, la Commissione europea ha dato ragione alla nostra linea. In particolare vengono contestati diversi punti all'Agcom. In primis il fatto che il percorso di riduzione di queste tariffe di terminazione su rete mobile deve finire entro il 31 dicembre 2012 e non proseguire fino al mese di luglio del 2015, come proposto dall'Autorità. Inoltre, i valori proposti per l'intero percorso di riduzione sono stati ritenuti dalla Commissione europea troppo elevati e ad di fuori dall'orientamento al costo e alla media europea.

Eliminare l'asimmetria dell'operatore H3G
Ad Agcom la Commissione europea ha esplicitamente richiesto di fissare un nuovo percorso di riduzione delle tariffe di terminazione entro il 31 dicembre 2012, limitando il numero di step previsti. Un'altra richiesta arrivata dalla Commissione è quella di eliminare l'asimmetria dell'operatore telefonico H3G. L'operatore, infatti, aveva applicato tariffe di terminazioni più alte, giustificate dal fatto che era un nuovo operatore. Non trattandosi più di un nuovo soggetto della telefonia mobile, perciò, si richiede che H3G si adatti alle tariffe degli altri operatori.

Le considerazioni della Commissione non possono essere trascurate
Per quanto si tratti di un costo pagato da operatore a operatore, le tariffe di terminazione mobile hanno un rilevante impatto anche per i consumatori finali, perché vengono normalmente ribaltate dagli operatori sulle tariffe al consumo. Per questo motivo speriamo che Agcom recepisca piuttosto seriamente le considerazioni arrivate dalla Commissione europea negli interessi dei consumatori.


Stampa Invia