News

La banca abbassa il tasso del libretto senza dirtelo: puoi chiedere il rimborso

19 dicembre 2013
La banca abbassa il tasso del libretto senza dirtelo: puoi chiedere il rimborso

19 dicembre 2013

Se la banca fa la furba e riduce il tasso di interesse del tuo libretto (anche al portatore) senza comunicartelo, puoi chiedere la restituzione di quanto non ti hanno dato. Scarica la lettera da utilizzare.

Se la banca fa la furba e riduce il tasso di interesse del tuo libretto (anche al portatore) senza comunicartelo, puoi chiedere la restituzione di quanto non ti hanno dato. Scarica la lettera da utilizzare.

La legge ci tutela
La legge parla chiaro (articolo 118 del Testo unico bancario): il cliente ha diritto a essere avvisato personalmente prima della variazione del tasso di interesse per poter esercitare il recesso (ha 60 giorni di tempo per farlo). La legge si applica alle variazioni successive al 4 luglio 2006. Quindi, se il cliente non ha ricevuto alcuna comunicazione personale sulle variazioni di tasso di interesse e queste sono sfavorevoli, diventano inefficaci.

La pronuncia dell’Arbitro bancario e finanziario
L’Arbitro ha ribadito il principio di legge in un recente caso significativo. Il 29 giugno 2007, la signora A.B. apriva un libretto di risparmio al portatore per la figlia minorenne. Il tasso di emissione annuo lordo che gli veniva applicato era del 2,25%. Circa tre anni dopo la signora andava nell’agenzia Unicredit di Milano dove aveva aperto il libretto e scopriva che il tasso di interesse aveva subito ben quattro variazioni di cui era totalmente all’oscuro arrivando a un misero 0,75% lordo. La banca restituisce alla signora gli interessi non conteggiati sul libretto, ma non riconosce il principio del diritto del cliente a essere avvisato prima della variazione per poter esercitare il recesso. Da qui il ricorso all’Arbitro bancario e finanziario, che le ha dato ragione affermando tra l’altro che spetta alla banca l’onere della prova di aver effettuato la comunicazione prevista dalla legge. Se non si rispetta questa disposizione, le variazioni non sono efficaci.

Per tutti i possessori di un libretto al portatore
Hai un libretto di risparmio su cui sono state fatte riduzioni del tasso d’interesse senza che ti sia stato comunicato? Puoi scoprirlo andando in banca e chiedendo il rendiconto periodico. Se è così, hai diritto all’accredito dei maggiori interessi per il periodo in cui il tasso è stato ridotto senza che la banca abbia seguito l’iter di legge per le variazioni. Puoi usare il nostro modello di lettera per chiedere alla banca il rimborso del denaro. La banca ha 30 giorni per rispondere. Se non lo fa, oppure dà una risposta insoddisfacente, fai ricorso all’Arbitro bancario e finanziario. Pagherai 20 euro che ti saranno restituiti al momento della vittoria nel ricorso.


Stampa Invia