ultimo aggiornamento: 08/03/2020

consiglio su accumulo Senec + richiesta chiarimenti

Ciao ho ricevuto la seguente offerta:

fornitura di Batteria di 5kwh della Senec a 9500euro + abbonamento senec cloud per integrare un Fv da 3 kw di picco.

ho fatto quattro conti in base alla produzione e consumo e immissioni del 2017... ( per il 2018 il gse non  mi ha ancora reso disponibili i dati, ma dovrebbe farlo a breve).

nel 2017     il mio Fv ha prodotto               3916 Kwh                   ho autoconsumato                  1117 kwh                   ho immesso                             2799 Kwh                   ho prelevato dalla rete   2675 kwh                  ho consumato in totale    3792 Kwh

ho provato a simulare quanto dei 2799 immessi in rete potrei autoconsumare avendo a diposizione la batteria...

considerando che l'idea è quella di caricare di giorno e scaricare di notte

la taglia della batteria è di  5 kw e ho preso in considerazione i dati medi mensili.(totale di ogni mese diviso 30)

Il ragionamento che ho fatto è il seguente:non posso accumulare più di quanto immettonon posso scaricare più di quanto consumonon posso accumulare più della capienza della batteria.

per ogni mese ho preso quindi  il minimo giornaliero medio tra "immesso - prelevato - capacità totale della batteria" moltiplicato per 30. e poi ho sommato il tutto.

il totale mi ha dato 1226Kwh. Dovrebbero essere i kw che potrei ragionevolmente far transitare per la batteria.

1)DOMANDA. quanto valgono in bolletta questi 1226Kwh di sola componente energia? (A)2)DOMANDA . quanto valgono con lo scambio sul posto?                              (B)

la differenza tra i due importi è il "vantaggio in bolletta " della batteria (C) (escludendo la detrazione ovviamente).

Ipotizzando che la batteria da 5kw costi 9500 togliendo la detrazione fiscale ho costi per 4750. In quanto li recupero? (4750/"C").

cercando su internet il valore di C ho trovato indicativamente che potrebbe essere di 8cent al Kwh quindi 0.08*1226= circa 100 euro.

4750/100 all'anno fanno 47 anni...

Direi non conveniente.

oltre alla batteria mi è stato offerta l'opzione senec cloud. cioè pagando una piccola quota mi (9.9 al mese) posso prelevare a 0 euro al KWH fino ad un max di 1500 kwh all'anno (va da se che devo cambiare fornitore di energia) i kwh eccedenti mi costanerebbero 0.21cent tutto compreso.

sempre secondo i dati di consumo 2017 togliendo dal prelevato (2675) quanto autoconsumato per effetto della batteria (1226). andrei ora a prelevare dalla rete 1449 Kwh che Senec Cloud mi ridarebbe a costo 0

ora nel 2017 ho speso per le bollette circa 600 euro di cui (9*12)=108 di canone rai; quindi costo energia "tutto compreso" circa 500 euro.

quindi utilizzando senec cloud risparmierei ulteririori 400euro (500 - 100 derivanti dalla batteria) euro ma devo pagarne 118 a partire dal 3 anno (9.9*12).Sommando costi e ricavi dovrei attestarmi ad un rientro tra gli 11 e i 12 anni.

3)domanda. per i miei 1573 Kwh che "finiscono in senec cloud" continuerò a percepire i miei bei contributi per lo scambio sul posto? se si molto bene se no dovrei aggiungere questi mancati introiti ai costi allungando il rientro fino ai 16 anni.

4)domanda ho ipotizzato che nel processo di carica/scarica non ci siano perdite di energia...ritengo sia poco probabile... a quanto ammontano in percentuale?su internet ho trovato una quantificazione dell'ordine del 20%. Queste perdite fanno si che andrei a sforare la quota dei 1500 prelevati con ulteriori addebito in bolletta, questo aumenta il periodo di rientro di ulteriore 1 anno portandolo a 13.

I conti che ho fatto hanno senso?

Grazie

 

User name

Commenta il post

Risposte

User name
09/07/2019
PMPAOLO

può leggere ad es qui, specie collegamenti di analisi dettagliata verso fine articolo: www.qualenergia.it/.../
Nel 2018 il prezzo industriale delle batterie Li è sceso sotto 100$/kwh, contando 5x aumento prezzo a utente finale un pacco da 5kwh non dovrebbe costare più di 2500€, più elettronica e ammenicoli vari, installazione etc a confronto col prezzo da lei indicato par chiaro che è gonfiato speculando su incentivi: il suo prezzo è il valore di mercato + incentivo fiscale attualizzato + quota incentivo/risparmio bolletta. In sostanza lei pagherebbe costo pieno di mercato, ma se tutto le va bene nei ca. 10 anni in cui dovrebbe recuperare la parte fiscale e di energia, dato che gira anticipandoli al fornitore - finanziandolo quindi - l'incentivo fiscale e in genre parte / tutta tariffa incentivante e/o risparmio bolletta, peraltro gonfiati così del 100%. Probabilmente in un mercato così distorto conviene accumulo solo se la batteria è quella di un'auto elettrica, o se l'impianto è inteso scollegato da rete (quindi no incentivi etc su cui speculare).

User name
13/07/2019
FRANCESCO

Ciao praticamente anche io mi trovo più o meno nella stessa situazione con lo stesso fornitore ,
già ho pensato di recedere dal contratto che ho stipulato ieri;
come hai fatto anche tu col tuo preventivo anche io ho ragionato sulla cosa e non mi quadrano per niente i conti.
Credo sia giusto sentire altri fornitori .

User name
23/07/2019
DANILO ZULIAN

Buongiorno, i conti fatti non sono molto lontani dalla realtà. Stride il costo dello Storage a 9500€ per 5 kWh. Lascerei stare opzioni "fantasiose" come il cloud o altro poiché non facilmente controllabili sin quando non ti ritrovi in mezzo. Visti i tempi di ammortamento ancora alti, meglio attendere un bando regionale per lo Storage cercando di farsi trovare pronto quando esce (di solito ti lasciano 15-20 giorni per poter partecipare). Nell'ipotesi di arrivare al contributo massimo finora attuato (3000 €) la differenza la porti in detrazione al 50% (se rimarrà cosi anche per il 2020 visto che sembrano in arrivo novità di riduzione), però con un prodotto meno costoso e magari un pelino più energetico.

User name
29/08/2019
RICCARDO MAZZONI

Attenzione 10 Anni sulle detrazioni fiscali hanno il collo lungo di questi tempi, valutando attentamente ricordate che con il Governo Renzi c'e' stata una prima stretta soprattutto sulle revisioni del costo energia che nei periodi di maggior produzione abbassa puntualmente mettendolo in tasca ai piccoli produttori e questi sistemi ancora sono solo acchiappa citrulli fino a che i costi e i sistemi di stoccaggio non diminuiranno e miglioreranno in tecnologia, sicurezza e ingombri. Io consiglierei di valutare integrazioni all' impianti esistenti e solo dopo circa 10 Anni quando l' inverter sara' da rivalutare per efficienza o guasto. La vedo cosi' non regala niente nessuno, provate a notare quanto e' cresciuta in borsa Enel nell' ultimo Anno, un motivo in piu' per non farci prendere per il .....

User name
10/09/2019
LUIGI QUAGLIA

Perfetto. Ho ricevuto (a parole) un offerta per un accumulatore SENEC.Home Li 5.0.
Per 8360- 50% per cessione di credito fiscale- 3000 bonus a fondo perduto bando Regione Lombardia
(da verificare) quindi a carico acquirente 1180 euro.
l'offeta è chiavi in mano con controllo pc o smartphone con app.
Devo fare i conti come la Signora SONIA MINUSSO.
10 09 2019

User name
12/09/2019
Tantinets , ha risposto:

Occhio alle offerte a parole.. soprattutto quando sono messi sul tavolo detrazioni fiscali appetitose insieme a contributi a fondo perduto.
Dia uno sguardo al sito della regione:
www.regione.lombardia.it/.../bando-accumulo-2019-2020

Qui si dice che i contributi sono già esauriti a seguito della gran domanda e comunque sono del 50% della spesa sostenuta (quindi della fattura che gli presenti) fino ad un massimo di 3000€..

8360€ x 50% (fanno anche loro la cessione?) = 4180€
4180€ x 50% = 2090€ (ma a quanto pare questi fondi sono esauriti..)

User name
08/03/2020
SONIA MINUSSO

Ciao a tutti, aggiornamento dopo un anno di tampinanamenti ho accettato di rivederli.

il prezzo è ora attorno ai 7500. (-20 percento in meno di un anno non male)

il discorso è sempre lo stesso.

Ho chiesto alla persona che ho incontrato, se il senec cloud non poteva essere visto come un acquisto di energia con pagamento anticipato camuffato da acquisto di batteria. In tale caso ottenere degli incentivi (50%) odorerebbe di truffa ai danni dello stato.

la risposta?

"è una falla del sistema."

Avete commenti?

Saluti

comunità europea
Questo progetto ha ricevuto finanziamenti dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell’Unione Europea nell’ambito della convenzione di sovvenzione n. 749402