Guida all'acquisto

Come scegliere l'aspirapolvere senza fili

13 dicembre 2018
scope elettriche

Aspirapolvere senza fili, scopri tutto quello che c'è da sapere su questo modello di scopa elettrica. Ecco come puoi scegliere il modello più adatto alle tue esigenze.

Gli aspirapolvere senza filo fanno parte della famiglia delle scope elettriche che comprende anche modelli con il filo. Utilizzate principalmente per rapide pulizie, le scope elettriche senza filo sono adatte soprattutto a chi ha problemi di spazio e non vuole avere il filo che può creare intralcio o impossibilità di utilizzo dell’apparecchio in punti in cui non è presente una presa di corrente.

Per scegliere quella più adatta alle tue esigenze, puoi partire da alcune semplici considerazioni: le stanze da pulire sono molte? Gli ambienti sono ampi e spaziosi oppure piccoli? Quanto spesso pulisci la casa? Inoltre, per essere davvero maneggevoli e funzionali, le scope elettriche devono rispondere a una serie di caratteristiche. Vuoi acquistarne una? Ecco tutto quello che devi sapere.

Caratteristiche delle scope elettriche

Una buona scopa elettrica ha un peso che oscilla tra i 2 e i 4 kg: se hai bisogno di una maggiore maneggevolezza, meglio evitare i modelli più pesanti. Se però da un lato poco ingombro e minor peso significano comodità e praticità, dall’altro (con molta probabilità) comportano anche una minore capacità di aspirazione rispetto agli aspirapolvere con filo. Quando compri una scopa elettrica senza filo, quindi, la prima scelta da compiere è quella tra praticità e potenza.

Alcune scope elettriche hanno anche un manico pieghevole, utile per risparmiare spazio una volta che si ripone l’elettrodomestico. Il consiglio è quello di provare il meccanismo al momento dell’acquisto: non tutti, infatti, risultano semplici da utilizzare. Altra caratteristica molto utile (che non tutte le scope elettriche hanno) è la capacità di rimanere in piedi da sole (posizione di parcheggio verticale) senza dover essere appoggiata al muro.

Le scope elettriche senza filo, a differenza di quelle con filo, sono tutte senza sacchetto: il loro serbatoio, una volta svuotato, può essere pulito semplicemente con dell’acqua. Questi modelli ci fanno risparmiare dato che non dobbiamo prevedere l’acquisto dei sacchetti di ricambio (non bisogna comprare le ricariche dei sacchetti), ma venire a contatto con la polvere può causare problemi a chi soffre di allergie. Meglio scegliere quindi una scopa con un raccoglitore grande (circa due litri) così da non dover ripetere questa operazione troppe volte.

Meglio il filo o la batteria?

Non tutte le scope elettriche hanno il filo. Sul mercato troviamo molti modelli che funzionano con la batteria che, una volta ricaricata, permette di utilizzare la scopa senza doverla attaccare alla presa della corrente. L’autonomia di questi prodotti, però, è molto limitata come descritto più avanti.

È importante prima dell’acquisto avere informazioni sui tempi di ricarica e sulla durata. Nel caso delle scope con il filo, invece, bisogna guardare soprattutto la lunghezza del cavo: più è lungo, più avrai una buona possibilità di manovra.

Vantaggi dell'aspirapolvere senza fili

Spostare un aspirapolvere senza fili è semplice: non devi preoccuparti di inciampare nel filo o di avere vicino una presa di corrente. Gli aspirapolvere senza filo sono ideali per rapidi lavori di pulizia, e quindi per chi utilizza l’aspirapolvere frequentemente. Mentre alcuni sono progettati soltanto per la pulizia dei pavimenti, altri hanno accessori che li rendono utilizzabili per lavori di pulizia più ridotti. Questo significa che puoi usarne uno per pulire la tua macchina o portartelo dietro per pulire le scale senza dover compiere complicate acrobazie.

Ecco tutti i principali vantaggi:

  • Sono più leggeri degli aspirapolvere a traino;
  • Il loro utilizzo non è limitato dalla lunghezza del filo o dalla vicinanza di una presa di corrente;
  • Sono utilizzabili per lavori di pulizia limitati o particolari;
  • Sono più piccoli, quindi più facili da riporre, e occupano meno spazio;
  • Sono ideali da utilizzare sulle scale dove il filo sarebbe un ingombro.

Svantaggi dell'aspirapolvere senza fili

Nel caso in cui si dovesse scegliere di acquistare un aspirapolvere senza filo, bisogna fare dei compromessi:

  • il tempo. La maggior parte degli aspirapolveri senza filo ha una durata a massima potenza di 10 minuti: alcuni hanno batterie che, usate in modalità “risparmio batteria”, durano più di 60 minuti, ma questo ovviamente porta a un costo extra. Se ti serve tutta la potenza di cui l’aspirapolvere dispone, per esempio se hai a che fare con un tappeto ingombrante, ti accorgerai che la batteria si esaurisce molto rapidamente.
  • La ridotta capacità di contenere polvere. Normalmente un aspirapolvere senza filo contiene 0,6 litri mentre un aspirapolvere a traino fino a 2, 3 litri. Questo significa che, se guadagni tempo mentre pulisci, ne potresti perdere di più svuotando l’aspirapolvere e pulendo i filtri. Se non lo fai, l’aspirapolvere diventerà presto meno efficiente.

Ecco tutti principali svantaggi:

  • La durata delle batterie è limitata;
  • La capienza è limitata;
  • Quando riponi l’aspirapolvere senza fili hai bisogno di una presa accessibile per ricaricarlo;

Criteri importanti per la scelta dell'aspirapolvere senza fili

Dopo aver visto come funziona, i principali modelli, i vantaggi e gli svantaggi, quali sono, in definitiva, gli aspetti fondamentali da considerare prima dell’acquisto di una scopa elettrica?

Peso

Una buona scopa elettrica deve essere leggera ma robusta: la differenza di peso tra i diversi modelli è data dai materiali di cui è fatta che nella maggior parte dei casi sono termoplastici tecnici, resistenti e leggeri. I modelli di alta gamma hanno un peso massimo di 3 kg mentre quelli più economici potrebbero pesare di più anche se in alcuni casi, un prodotto più leggero potrebbe essere fatto di materiali di scarsa qualità.

Maneggevolezza

L’aspirapolvere senza fili deve essere maneggevole: per sostenerlo a mano libera per il tempo necessario alla pulizia è importante, oltre al peso, anche l’impugnatura che deve essere pratica e comoda. Così come pratici e comodi dovranno essere anche il tasto di accensione, la sostituzione degli accessori e il sistema di svuotamento.

Potenza

Altra voce fondamentale prima dell’acquisto di una scopa elettrica è senza dubbio la potenza, commisurata alla capacità di aspirazione: maggiore sarà la potenza, migliore e approfondita sarà la pulizia. Ma come si misura la capacità di aspirazione? Un dato che può fornire un’indicazione importante è la quantità di polvere che l’elettrodomestico riesce ad aspirare nell’arco di un’unità di tempo: più polvere c’è, più l’elettrodomestico è potente.

Tuttavia, la potenza di aspirazione di una scopa elettrica senza fili non è paragonabile a quella di un aspirapolvere (o scopa elettrica) con filo. Inoltre, i serbatoi delle scope elettriche sono più piccoli rispetto a quelli di un’aspirapolvere a traino e bisognerà perciò svuotarli più spesso: elementi di cui bisogna tenere conto in fase di acquisto.

Autonomia e tempi di ricarica

Altra nota “dolente” sono autonomia della batteria e tempi di ricarica: la prima piuttosto limitata, (circa 10 minuti in modalità “massima potenza” anche se i modelli di alta gamma possono avere maggior durata) e i secondi decisamente lunghi.

Accessori

Solitamente le scope elettriche sono corredate di una lista di prodotti aggiuntivi, che hanno come scopo quello di migliorarne le caratteristiche e le funzionalità. Le dotazioni non sono tutte uguali: molto dipende dalla marca e dal tipo di scopa. Tutti gli accessori in più, ovviamente, hanno un impatto sul prezzo. Tra i tanti, quelli più utili possono essere: un tubo telescopico o uno flessibile (per raggiungere gli spazi stretti tra i mobili) e i diversi tipi di spazzole (specifiche per tappetti o parquet, simili a quelle degli aspirapolveri).

Ci sono poi le scope elettriche “due in uno”. Queste possono facilmente trasformarsi in un pratico aspira briciole, che può essere utilizzato per agevolare le operazioni di pulizia su superfici che sono più in alto rispetto al pavimento, come divani e tavoli.

Dove comprare la scopa elettrica nuova

Ora che hai tutte le informazioni necessarie sei pronto nella scelta della scopa elettrica che fa al caso tuo: se vuoi scoprire qual è l'aspirapolvere senza fili più adatta alle tue esigenze e se vuoi confrontare i diversi modelli, puoi leggere i risultati del nostro test.

 

CONSULTA IL NOSTRO TEST

 

Domande frequenti

Meglio scopa elettrica, aspirapolvere a traino o robot?

Le scope elettriche (soprattutto quelle senza filo) permettono una grande maneggevolezza e manovrabilità, grazie soprattutto ad un peso contenuto. La potenza aspirante, tuttavia, è solitamente minore rispetto alle aspirapolveri a traino ed il serbatoio è più piccolo.

Nel caso di scope elettriche senza filo, il limite principale è la durata della batteria che non permette di utilizzarle per pulizie prolungate della casa: sono ideali quindi per chi pulisce con una frequenza elevata e ha una quantità minore di polvere da aspirare e per i mobili e le mensole, perché la loro leggerezza permette una più facile mobilità.

.

Come si carica l'aspirapolvere senza fili?

Un aspirapolvere senza fili si carica tramite un caricabatterie che può essere sia fisso a muro che mobile.

Quali sono le migliori marche di aspirapolvere senza fili?

Secondo i test che abbiamo effettuato in laboratorio, la marca Dyson è quella che ottiene solitamente risultati migliori.

Quali sono gli aspirapolvere senza filo più economici?

Non esiste una variante, per caratteristiche, più economica di altre. Puoi consultare il nostro test per trovare un prodotto con buon rapporto qualità/prezzo.