Attenzione a

Barbecue elettrici: attenzione ai rischi di scoppio

21 luglio 2015
barbecue

21 luglio 2015

I nostri colleghi dell'associazione dei consumatori tedesca hanno messo alla prova ben 16 modelli di barbecue elettrici. I test hanno mostrato significative pecche di sicurezza per 2 modelli, presenti anche sul mercato italiano che, a causa del surriscaldamento, sono scoppiati causando seri pericoli nell'ambiente circostante. 

Potranno anche non avere le fiamme a vista, ma non è detto che i barbecue elettrici siano sicuri. I nostri colleghi tedeschi hanno testato questo mese 16 barbecue elettrici: di questi, 2 sono risultati carenti, in quanto a sicurezza, e cioè i modelli Philips HD6360 (134,99 €) e Severin PG 8527 (109,90 €), presenti anche sul mercato italiano.

In conformità con gli standard di sicurezza, i barbecue elettrici devono funzionare in modo che le persone nelle vicinanze non siano in pericolo, anche in caso di uso disattento o di funzionamento anomalo del prodotto. Durante questo test, il termostato di ciascuna delle 16 griglie è stato mandato in corto circuito, così da simulare un malfunzionamento dello stesso, in modo da poter verificare che ogni apparecchio avesse un dispositivo di sicurezza termica correttamente funzionante, che si azionasse per evitare situazioni di pericolo.

Attenzione alle schegge

Ma se la maggior parte dei dispositivi ha superato il test senza danni, i coperchi in vetro dei modelli HD6360 Philips e Severin PG 8527 sono scoppiati dopo pochi minuti dall'inizio del test. Le schegge di vetro bollente hanno raggiunto l'altro lato della stanza, così come anche le maniglie, che si sono staccate dall’apparecchio. Il tutto accompagnato da fumo e odore pungente.

Su entrambi i modelli, la protezione termica entra in funzione troppo tardi: nel Philips HD6360, si attiva dopo 10 minuti, mentre in quello Severin PG 8527 bisogna attendere ben 25 minuti. Il rischio, quindi, che un incidente del genere possa verificarsi durante un uso domestico, non è trascurabile.

Sfoglia la gallery in alto per vedere i risultati delle prove di sicurezza sui due modelli a rischio.



Stampa Invia