News

Class action Fiat: 20 mila adesioni. Ora si attende il processo

30 gennaio 2017
Class Action Fiat

30 gennaio 2017
Abbiamo raccolto oltre 20 mila adesioni formali alla class action contro le bugie di Fiat sui consumi di Panda. Ora attendiamo prenda il via l'iter processuale.

Si è ormai conclusa la raccolta delle adesioni alla class action sulle bugie di Fiat. Le richieste sono state tantissime: da parte nostra abbiamo gestito e portato davanti al giudice 21.031 richieste. Nelle prossime settimane prenderà il via tutto l'iter processuale che noi seguiremo passo passo e sul quale daremo tutte le informazioni e gli aggiornamenti ai partecipanti alla class action. Nel frattempo sono arrivate nuove evidenze da parte dell'ICCT (International Council on Clean Transportation) a supporto di quanto da noi scoperto e denunciato.

 

 

Le ragioni della class action

Ma facciamo un passo indietro e ricordiamo le origini della vicenda. Ben prima che esplodesse lo scandalo dieselgate avevamo denunciato la pratica dei "consumi bugiardi", ovvero la differenza tra consumi dichiarati e consumi reali su cui i produttori giocano per fare leva sulla pubblicità e, quindi, vendere più auto. Abbiamo portato in laboratorio la Golf Volkswagen 1.6 TDI BM 77KW e la Fiat Panda 3a serie 1.2 benzina 51 KW: qui abbiamo rilevato consumi superiori anche del 50% rispetto a quanto veniva dichiarato dai produttori. Per questa ragione a febbraio 2015 abbiamo intentato un’azione di risarcimento nei confronti di Fiat a causa delle false dichiarazioni sui consumi di carburante della Fiat Panda. Azione che la Corte d'Appello di Torino ha dichiarato ammissibile. 

Nell’atto di citazione è chiesto che la casa automobilistica sia condannata al risarcimento dei danni: ipotizzando una percorrenza annua di 15.000 km, la somma è di 239 euro per i possessori delle Fiat Panda che hanno aderito alla class action. 

Le nostre prove sui consumi bugiardi

Su cosa si fonda la nostra azione sui consumi bugiardi? Abbiamo messo alla prova presso un laboratorio specializzato una Golf Volkswagen 1.6 TDI BM 77KW e una Fiat Panda 3° serie 1.2 benzina 51 KW confrontando i risultati relativi ai consumi di carburante con i dati dichiarati dalla casa automobilistica tedesca. I consumi e le emissioni di CO₂ sono risultati più alti del 50% nel caso Volkswagen e del 20% di Fiat, producendo così false aspettative nei consumatori, una vera e propria pratica commerciale scorretta.


Stampa Invia