News

Frigoriferi: dubbio sicurezza sui modelli col retro in plastica

05 aprile 2018
test sui frigoriferi

05 aprile 2018
La plastica utilizzata nei panneli posteriori di alcuni modelli di frigoriferi rischia di aumentare la propagazione del fuoco in caso di incendio. A dirlo sono i test dell'associazione di consumatori inglese Which? su 90 modelli. Facciamo chiarezza.

Dopo il tragico incendio della Grenfell Tower, i Vigili del Fuoco di Londra hanno raccolto un numero crescente di prove che indicano che i materiali utilizzati nei pannelli posteriori dei frigoriferi possano aumentare lo sviluppo del fuoco in caso di incendio. Partendo da questa considerazione, l’associazione di consumatori inglese Which? ha dimostrato con una serie di test che se il pannello posteriore, presente in tutti gli apparecchi, non è sufficientemente ignifugo, allora può portare a un rapido sviluppo del fuoco e a un aumento del carico infiammabile.

In particolare, dito puntato sui pannelli posteriori in plastica; anche se è importante sottolineare che questo non significa affatto che gli apparecchi con parte posteriore in plastica abbiano una maggiore probabilità di un incendio, ma che il materiale utilizzato nel supporto consente una propagazione di un incendio esistente (ma non è la causa dell’incendio stesso).

Cosa è emerso dai test di Which?

L'associazione di consumatori britannica ha portato in laboratorio quasi 90 prodotti di diverse marche e tipologie (frigo, freezer, congelatori) su cui è stato effettuato un test di sicurezza incendio. Tutti i prodotti con supporto posteriore in plastica sul mercato hanno comunque superano gli standard di sicurezza esistenti. Ma quali sono realmente adeguati? Secondo Which? la normativa vigente (alemeno quella inglese ed Europea) non è adatta allo scopo e non sono adatte a replicare le condizioni di un vero incendio domestico.

Lo standard attuale richiede che per valutare la loro resistenza al fuoco gli apparecchi di refrigerazione superino il test del filo incandescente. Cioè l'inserimento di un filo caldo attraverso un campione del materiale e vedere se prende fuoco. Tuttavia, quando invece si eseguono test antincendio più severi, emerge che nessun campione di materiale plastico utilizzato come pannello posteriore dei frigo è in grado di resistere a una fiamma per trenta secondi. Questo implica che, in caso di incendio, non impedirà alle fiamme di raggiungere lo strato di isolamento (presente in tutte le apparecchiature di refrigerazione) che è invece infiammabile e, di fatto, porterà a un maggior carico incendiario.

Test analoghi sui prodotti con supporto in metallo e alluminio laminato hanno invece mostrato che nessuno ha preso fuoco in 30 secondi. Anche i campioni di supporto in metallo e alluminio laminato con spessore inferiore a 1 millimetro sono stati in grado di sopportare una fiamma libera per ben cinque minuti.

Va cambiata la normativa

Gli esperti di settore hanno già riconosciuto la necessità di rafforzare gli standard di sicurezza, ma la revisione dei requisiti antincendio non avverrà almeno fino al 2020. Questo ritardo potrebbe portare all’immissione sul mercato di molti più prodotti potenzialmente a rischio di propagazione incendio. Chiediamo che la normativa venga rivista tempestivamente e che vengano adottati immediatamente standard più severi.

Nessuno dei prodotti portati in laboratorio da Which? e che ha fallito nei test è presente nel nostro test sui frigoriferi, mentre lo sono alcuni di quelli che hanno passato la prova (e sono dotati di pannello posteriore metallico). Tuttavia la plastica è usata anche nei modelli in vendita nel mercato italiano. Chiediamo ai produttori di dichiarare quale materiale viene utilizzato nella loro attuale produzione allo scopo di raccomandare solo quegli apparecchi con supporto posteriore metallico - metallo o alluminio laminato.

Le associazioni dei consumatori chiedono ora ai produttori di rendere prioritaria la sicurezza dei prodotti e di interrompere immediatamente la produzione di prodotti di refrigerazione con supporti posteriori di plastica. A seguito dell’indagine inglese, un certo numero di produttori si sono impegnati a sostituire il supporto in plastica, e molti hanno dichiarato di aver dismesso la produzione di prodotti con pannello plastico. Il governo, secondo l'autorità dell'UE, deve inoltre definire un piano d'azione per bloccare i prodotti potenzialmente non sicuri che raggiungono le case dei consumatori in futuro.

Frigo materiali pannelli posteriori


Stampa Invia