Consigli

Elettrodomestici, i consigli per allungarne la vita

11 ottobre 2016
consigli elettrodomestici

11 ottobre 2016

Con una buona manutenzione gli apparecchi di casa hanno una vita più lunga. Come pulire lavatrice, lavastoviglie, forno e microonde? Ecco una breve e semplice guida.

Sapevi che per far sì che i tuoi elettrodomestici durino più a lungo è indispensabile una pulizia periodica? E che non serve spendere soldi acquistando detersivi specifici? Spesso bastano solo olio di gomito e ingredienti naturali, come aceto e bicarbonato, e ricorda che anche i piccoli elettrodomestici richiedono una pulizia regolare, come ad esempio le macchine per il caffè. Ecco alcuni semplici consigli.

  • Lavastoviglie: è importante pulire bene il filtro, con l’aiuto di uno spazzolino, sotto acqua corrente. Ogni tanto puoi pulire le pareti interne con aceto bianco e gli erogatori, nel caso siano otturati. Per profumare utilizza mezzo limone nel cestello superiore: sostituiscilo ogni 2/3 lavaggi.
  • Frigorifero: anche l’interno del frigorifero può essere passato con acqua e aceto. Per eliminare i cattivi odori puoi utilizzare un gambo di sedano oppure una tazzina con bicarbonato in polvere.
  • Forno e forno a microonde: i detersivi per forno, spesso a base di soda caustica e solventi tossici, sono irritanti e piuttosto inquinanti. Se si pulisce con frequenza può bastare una pastella di bicarbonato e acqua. All’interno del forno a microonde, invece, si può inserire un contenitore con acqua e aceto, si accende alla massima temperatura per almeno 2 minuti e poi si asciuga con un panno in microfibra. Il piatto girevole può essere lavato come tutti gli altri piatti, a mano o in lavastoviglie.

Un capitolo a parte: la lavatrice

La lavatrice richiede qualche accorgimento in più e cure costanti. Per la pulizia non serve ricorrere a prodotti specifici, costosi e inquinanti, è sufficiente un po’ di puntualità nella manutenzione. Per esempio controllare e pulire il filtro con una certa regolarità è un’ottima regola: possono depositarsi residui vari. A fine lavaggio bisogna anche ricordarsi di asciugare le guarnizioni con uno straccio e se ci sono depositi bisogna passare una spugna inumidita con acqua e aceto bianco. Ogni tanto è utile fare un lavaggio ad alta temperatura, lasciando aperto oblò e cassetto del detersivo (sciacqualo abitualmente) dopo il bucato così che la lavatrice asciughi bene e non si formi umidità.

Attenzione a come la usi

L’età della lavatrice dipende anche dal modo in cui viene usata. A casa è possibile facilitarne il lavoro e prolungarne la vita seguendo alcuni semplici accorgimenti: bisogna farla andare a pieno carico (per evitare sbilanciamenti) cercando di evitare alti giri di centrifuga (oltre i 1.200 giri) al minuto. Il bucato risulterà comunque ben strizzato. Controllare che la lavatrice sia posizionata in piano: se è sbilanciata la macchina fa più fatica in fase di centrifuga. Meglio lavare a bassa temperatura, si sollecita di meno la macchina e si formano meno incrostazioni sulla serpentina. Dopo il bucato è bene lasciare l’oblò e il cassetto aperti per evitare muffe e odori. Occhio anche a non usare troppo detersivo per evitare inutili accumuli negli scarichi.

Se stai cercando una nuova lavatrice ti aiutiamo a confrontare modelli e prezzi.

Trova la lavatrice che fa per te 


Stampa Invia