News

Telefono fisso, da Agcom arriva lo stop alle bollette ogni 4 settimane

03 aprile 2017
Tim modifica i contratti di telefonia fissa

03 aprile 2017
Dopo l'annuncio della rimodulazione dei contratti di telefonia fissa, adesso arriva l'alt dell'Agcom. L'Autorità ha infatti dato a Tim e agli altri operatori 90 giorni per riportare il conteggio dei corrispettivi su base mensile e non ogni 28 giorni. Anche Fastweb aveva comunicato una variazione: come recedere senza penali.

Arriva l'alt dell'Agcom alla rimodulazione annunciata da Tim sulla telefonia fissa. L'Autorità ha infatti dato un ultimatum di 90 giorni, entro il quale l'operatore deve rivedere nuovamente la cadenza della tariffazione, riportandola al mese e non a 28 giorni come annunciato in precedenza. Attraverso una delibera, l'Agcom ha comunicato la necessità di avere un unico parametro temporale mensile che garantisca trasparenza e comparabilità dei prezzi vigenti.

Le modifiche comunicate da Tim 

Dopo quelle apportate alle utenze mobile, Tim aveva comunicato che, dal 1° aprile 2017, le fatture non sarebbero state più mensili, ma sarebbero progressivamente state emesse ogni otto settimane. Un'altra novità è che, come avvenuto con diversi operatori di telefonia mobile, da questa data anche il corrispettivo di abbonamenti e offerte sarebbe dovuto essere calcolato su 28 giorni e non più su base mensile. L'effetto di queste modifiche contrattuali avrebbe comportato anche aumenti tariffari: un utente con un utilizzo internet medio basso, che naviga e raramente fa videochiamate o scarica file di grosse dimensioni, e che effettua due o tre telefonate al giorno, avrebbe subito un aumento dai 34 ai 44 euro all'anno, ben distanti dai 20 euro di risparmio preventivati dall'azienda. Calcolando che gli abbonati Tim sono 11 milioni e, di questi, almeno 7 milioni hanno un abbonamento a internet, questa mossa di rimodulazione porterà nelle casse dell'operatore qualcosa come 280 milioni di euro in un anno.

Anche Fastweb annuncia una rimodulazione: ecco come recedere

Tim non è certo l'unico operatore ad applicare variazioni unilaterali dei contratti. Fastweb, infatti, ha comunicato ai propri clienti che servizi e promozioni attivi su base mensile si rinnoveranno ogni quattro settimane e non più ogni mese. Questa modifica entra in vigore dal 10 aprile per le offerte ricaricabili e dal 1° maggio per le offerte in abbonamento. Ricordiamo che, anche in questo caso, il cliente ha facoltà di recedere senza penali entro 30 giorni dalla ricezione della comunicazione tramite Conto Fastweb o via SMS. Per recedere dal contratto con Fastweb devi inviare una raccomandata A/R a Fastweb SpA, casella postale 126 - 20092 Cinisello Balsamo (MI), specificando come causale del recesso "modifica delle condizioni contrattuali". Se, invece, hai sottroscritto un'offerta congiunta Sky&Fastweb, la raccomandata A/R va inviata a Sky, casella postale 13057 - 20141 Milano.

Hai bisogno di una mano? Puoi contare su di noi 

Hai bisogno del nostro supporto per recedere dal contratto con Fastweb o per valutare alternative alla tua offerta Tim? Contatta la consulenza al numero 02 6961560 dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18. I nostri esperti sono pronti a fornire assistenza anche a chi non è socio Altroconsumo.

Difenditi, valuta di cambiare operatore

Perché continuare a subire variazioni tariffarie da operatori poco trasparenti? Il nostro consiglio è quello di controllare che sul mercato non siano presenti offerte migliori di quelle di Tim o della tua attuale tariffa per il telefono di casa. Abbiamo analizzato i prezzi e le condizioni di decine e decine di operatori per aiutarti a fare la scelta più conveniente.

Confronta le tariffe per il telefono fisso


Stampa Invia