News

Wind rimborsa gli utenti per il blackout: una vittoria di Altroconsumo

16 luglio 2014

16 luglio 2014

Il blackout che lo scorso giugno ha colpito la rete Wind Infostrada ha lasciato molti utenti senza rete. Ora, grazie anche alle oltre 6.700 segnalazioni che ci sono arrivate, l’operatore si è reso disponibile a rimborsare gli utenti. Se anche tu sei tra gli aderenti la nostra petizione, riceverai una email con i dettagli su come ottenere i rimborsi.

Il risarcimento di Wind ai propri clienti ci sarà. Ma solo per chi si è attivato sottoscrivendo la nostra petizione (o ha fatto reclamo direttamente a Wind o tramite qualche altra associazione di consumatori) entro il 16 luglio. Un risarcimento adeguato, dato il disagio dello scorso 13 giugno, quando moltissimi utenti Wind Infostrada hanno subìto l’interruzione del servizio sia sul fisso, telefono e Adsl, sia sul mobile. Nei giorni scorsi oltre 6.700 utenti ci hanno lasciato le loro segnalazioni attraverso una petizione online, dichiarandosi disposti a seguire Altroconsumo in un'azione legale.

Grazie anche a questa minaccia, l’incontro che abbiamo avuto, assieme alle altre associazioni di consumatori e all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, con l’operatore di telefonia ha dato i suoi frutti.

Ecco il piano di rimborso approvato

  • per le ricaricabili: 1 GB di navigazione gratis per coloro che hanno attivo un piano dati, un bonus del 20% per tutte le ricariche effettuate nelle 48 ore seguenti all'attivazione dell'opzione con un valore massimo di 50 euro. Il bonus sarà spendibile entro 30 giorni dalla data dell'attivazione e sarà speso con priorità rispetto al credito pagato. Gli interessati devono comunque attendere l'sms che Wind invierà nei prossimi giorni.
  • per gli abbonati mobile e fisso: si troverà lo sconto direttamente nella prima fattura utile, entro 2 mesi, di 2,50 euro più 1 GB di navigazione gratis per utenze business. Nel caso in cui gli utenti business della rete fissa non abbiano l'opzione internet, saranno riconosciuti 5 euro.

Una vittoria di Altroconsumo e di tutti i consumatori. Se anche tu sei tra coloro che si sono rivolti a noi sottoscrivendo la nostra petizione online, a breve riceverai una email con tutti i dettagli su come ottenere questi rimborsi.


Stampa Invia