News

Televisori: poche novità

01 novembre 2010

01 novembre 2010

Dopo l'addio ai tubi catodici, da qualche tempo nel mondo della tv non vi sono novità sostanziali. Anche il nostro test lo dimostra: molti dei modelli meno recenti sono tra i migliori per qualità. E costano meno. Chi lo sa, può realizzare notevoli risparmi senza perdere nulla.

Per il 3D è ancora troppo presto
Sull'onda del ritorno del 3D sul grande schermo, si lancia anche in ambito casalingo questa tecnologia. Che al momento ha enormi limiti. Intanto, l'effetto 3D si ottiene solo con lettori Bluray e dischi appositi o utilizzando una console o un pc con software adatto. Inoltre non bastano economici occhialini di plastica come quelli dei cinema, ma ci vogliono costosi (e più pesanti) occhiali "attivi", sincronizzati specificamente con i televisori dello stesso produttore: così se cambi tv devi ricomprare anche gli occhiali (ce ne vuole un paio per ogni membro della famiglia e costano circa 100 euro l'uno). Ancora: la visione prolungata di programmi 3D sulla tv può causare fastidi agli occhi e nausea. L'elenco degli svantaggi è ancora lungo, ma anche solo questo basta a far riflettere su come il 3D sia oggi una tecnologia ancora immatura e carente.

Televisore nuovo: davvero serve?
Il passaggio al digitale terrestre vi invoglia a cambiare il televisore? Fatelo soltanto se davvero il vecchio televisore ha smesso di funzionare. Il rischio, infatti, è che nel giro di pochi anni lo standard di trasmissione del digitale terrestre in Italia si evolva per supportare l'alta definizione: questo significa che il televisore appena comprato potrebbe presto non essere più in grado di ricevere il digitale con lo standard legato all'alta definizione. Avreste quindi bisogno di un nuovo decoder. Soldi sprecati (e rifiuti creati) per nulla.

Buttare via la vecchia tv
Il tv non può essere gettato tra i rifiuti normali né tantomeno abbandonato (si rischia come minimo una multa). Bisogna portarlo negli appositi depositi: informatevi in Comune.

Se comperate un tv nuovo, dato che si tratta di un Raee, il negoziante ha l'obbligo di ritirare in negozio quello vecchio gratis (il contributo al ritiro è già compreso nel prezzo dei prodotti).
Molte aziende di nettezza urbana offrono la possibilità di concordare il ritiro a domicilio di oggetti ingombranti: informatevi ai numeri della società che opera nella vostra zona.

MARCHE TESTATE:
  1. LG
  2. LOEWE
  3. PANASONIC
  4. PHILIPS
  5. SAMSUNG
  6. SONY
  7. TOSHIBA

Stampa Invia