News

Aerosol: quale scegliere?

03 dicembre 2015
Apparecchi aerosol: quali scegliere?

03 dicembre 2015

Gli apparecchi per aerosol sono ormai diventati di uso comune, sia tra gli adulti che soffrono di patologie legate all'apparato respiratorio sia tra i bambini. Ma come sceglierli? Sono tutti uguali? Qualche consiglio su quali comprare e come usarli.

Come scegliere l'aerosol

L'aerosol è molto utilizzato per curare i disturbi legati alle vie respiratorie, soprattutto dei bambini. Questi apparecchi, infatti, grazie alla loro tecnologia, riescono a "vaporizzare" la soluzione di farmaco, fisiologica o di acqua che viene inalata e arriva in profondità nelle vie aeree. Ma acquistare l'apparecchio adatto può non essere semplice. Quali acquistare? Sono tutti uguali? Ti aiutiamo a scegliere quello più adatto alle tue esigenze.

La dimensione delle particelle

Gli apparecchi servono a trasformare la soluzione, di farmaco o no, in una nebbiolina finissima. Un parametro importante da prendere in considerazione, in entrambi i casi, è la dimensione della particelle nebulizzate: più sono piccole più raggiungono facilmente i bronchi. Per ottenere un effetto curativo sulle basse vie respiratorie, devono essere comprese in un range compreso da 0.5 a 5 micron e la maggior parte degli apparecchi in commercio nebulizza particelle del diametro di 2 micron.

Pneumatico o a ultrasuoni?

Esistono due principali tipi di nebulizzatori: pneumatico o a ultrasuoni. Quale scegliere? Entrambi hanno pro e contro. Il primo è più economico (circa 34 euro), ma è rumoroso e può risultare fastidioso soprattutto per i bambini. Quello a ultrasuoni, invece, è più veloce, meno rumoroso, è disponibile anche a batterie, ma è più costoso (circa 45 euro) e in alcuni casi la soluzione potrebbe surriscaldarsi. Nei bugiardini di molti farmaci è segnalato se possono essere utilizzati anche per gli aerosol a ultrasuoni.

Quali accessori utilizzare e quando



La manutenzione

La pulizia dell'apparecchio è fondamentale sia per il corretto funzionamento sia per allungare la vita all'aerosol. Ecco cosa devi fare:

  • smonta tutti i componenti ed elimina tutti i residui di farmaci;
  • lava l'ampolla e tutti gli accessori;
  • avvolgi l'ampolla in un panno pulito;
  • conserva tutte le parti in un recipiente asciutto e al riparo dalle fonti di calore o di umidità;
  • assicurati sempre che il foro di uscita non sia ostruito (puoi usare uno spillo per pulirlo);
  • i filtri d'aria devono essere cambiati regolarmente, in base alle indicazioni del produttore.
Come utilizzarlo?

Grazie all'aerosol il farmaco viene direttamente a contatto con la superficie dei bronchi e, in questo modo, si riducono le dosi efficaci e la terapia risulta più efficace.

Aerosol ai bambini

Molto spesso il pediatra prescrive "un po’ di aerosol con il cortisone” ai bambini, anche molto piccoli, con tosse e/o raffreddore. Nonostante i cortisonici siano preziosissimi per il controllo dei sintomi di malattie respiratorie ben definite, spesso è una scelta inappropriata. Non ci sono prove, infatti, che dimostrino la loro efficacia per la cura delle affezioni delle vie respiratorie superiori. Molto importante è la scelta degli accessori: maschera o boccaglio? Sebbene il boccaglio sia la scelta migliore, è molto difficile utilizzarlo con bambini molto piccoli. La mascherina, però, deve essere di dimensioni pediatriche altrimenti risulta troppo grande per i visi dei bimbi e quindi fastidiosa. In ogni caso, meglio non utilizzarlo quando piangono perché inalano meno farmaco.

Prevenire è meglio di curare

Per evitare una brutta tosse o un raffreddore, l’unica cosa che davvero funziona è lavarsi le mani. Nel caso in cui tu abbia un’infezione in corso, è meglio:

  • aprire spesso le finestre (anche d'inverno) per ridurre la concentrazione di microbi e sostanze irritanti;
  • evitare di riscaldare troppo l'ambiente;
  • cercare di contrastare la secchezza causata dai termosifoni accesi con umidificatori.

Come utilizzarlo

Ecco qualche consiglio su come utilizzarlo correttamente:
  • prima di utilizzarlo lava bene le mani;
  • usa il dosaggio indicato di farmaci;
  • siediti con il tronco ben eretto;
  • respira normalmente e solo ogni tanto fai un respiro profondo.