News

Banca Carige in amministrazione straordinaria, le conseguenze per risparmiatori e clienti

08 gennaio 2019
banca carige

08 gennaio 2019
A inizio 2019 La BCE ha messo in amministrazione straordinaria Banca Carige, gestita da tre commissari scelti dall'Autorità. Con un decreto legge il Governo cerca di aumentare la liquidità della banca e di renderla così più sicura.

La BCE (banca centrale europea) a inizio anno ha posto in amministrazione straordinaria Banca Carige, la cui gestione è stata affidata a tre commissari scelti dall’Autorità. L’amministrazione straordinaria dura un anno e può essere prorogata di un altro. Ha come finalità quella di gestire al meglio la banca e di migliorare la sua situazione finanziaria in vista di una possibile fusione (le ipotesi più accreditate sono Unicredit e BPER). Il Governo con un decreto legge dà ora una mano ai commissari. Per aumentare la liquidità della banca lo Stato potrà garantire le nuove emissioni di titoli (azioni e obbligazioni). Inoltre, se necessario, potrebbe anche essere avviata una ricapitalizzazione pubblica. Tutto questo per rendere più sicura la banca anche per i risparmiatori.

Amministrazione straordinaria, le ragioni

A dicembre 2018 l’assemblea degli azionisti di Carige non aveva approvato l’aumento di capitale necessario per risollevare le sorti della banca. Banca Carige aveva già ricevuto a metà novembre l’aiuto del Fondo interbancario che aveva sottoscritto un bond subordinato da 320 milioni di euro che aveva ridato ossigeno alle casse del gruppo e soprattutto aveva riportato il patrimonio della banca in zona di sicurezza in attesa dell’aumento di capitale vero e proprio, che sarebbe dovuto partire nei primi mesi del 2019. Questo però non accadrà, di conseguenza la banca versa in condizioni finanziarie preoccupanti e necessita di un intervento. Per questa ragione l’Autorità di controllo ha deciso per il commissariamento; i tre commissari potranno cercare nuove soluzioni. Il titolo Carige è sospeso in Borsa. in attesa di dettagli sul piano di rilancio dei commissari. L'intervento dello Stato potrebbe cambiare la situazione.

I nostri consigli

Gli esperti di Altroconsumo Finanza, vista l’incertezza sul futuro della banca, ribadiscono il consiglio già dato a novembre e, ancora prima, nel marzo 2016: se hai ancora azioni o obbligazioni Carige, vendile appena sarà possibile, nonostante il calo. Il giudizio sulla solidità della banca resta sospeso. Anche per i correntisti vale lo stesso consiglio che avevamo dato a fine 2018: scegli un’altra banca, non perché corri un rischio immediato ma perché i conti di Carige sono più cari della media e puoi trovare di meglio altrove. Per farlo puoi consultare il nostro servizio di comparazione online.
Se hai un mutuo o un prestito per te non cambia molto; continua a pagare le tue rate, il tuo finanziamento non cambierà. Se vuoi spostare il tuo mutuo in un’altra banca puoi usare la surroga, il trasferimento gratuito del mutuo. Puoi valutare quanto potresti risparmiare grazie al nostro test.
Il caso Carige dimostra che è importante valutare la solidità della propria banca. Scopri la nostra classifica per trovare la banca più adatta alle tue esigenze.

Scopri se la tua banca è affidabile