News

Pannelli fotovoltaici e tariffe di luce e gas: occhio all’offerta di Invent

21 giugno 2016
invent

21 giugno 2016

Un pannello fotovoltaico e tariffe di luce e gas con svariati sconti. Questa l'offerta dell'azienda Invent che molti soci ci stanno segnalando in questi giorni. Ma è davvero conveniente? L'abbiamo analizzata e molti aspetti non ci convincono.

Diversi soci sono venuti a conoscenza dell'offerta di Invent, azienda che opera nel settore dell'energia. L’offerta promette un servizio completo, ovvero un unico fornitore che ti dà sia i prodotti per produrre energia (un solo pannello fotovoltaico) sia le tariffe per i consumi di luce e gas. Ma questa offerta è davvero conveniente?

L’offerta di Invent

Dalle informazioni che sono a disposizione sul volantino che i nostri soci hanno ricevuto capiamo che l’offerta di Invent comprende:

  • Un piccolo pannello fotovoltaico che dovrebbe produrre circa 300 kWh all’anno (quindi molto poco rispetto a un normale impianto).
  • Diverse tipologie di sconti per le tariffe di luce e gas.

Prendiamo, ad esempio, il prodotto Ècomodo Argo. L’offerta in questo caso propone 26.000 kWh di consumi in 10 anni. Da quello che c’è scritto nella brochure che elenca le diverse offerte, capiamo che si tratta di una “ricarica energetica” ovvero di una specie di accumulo virtuale di kWh che può essere usato dal cliente al bisogno. Ai 26.000 kWh si aggiunge un’altra “ricarica” di 1.000 metri cubi di gas. Inoltre, è previsto uno sconto di 1.000 euro che può essere utilizzato per la bolletta elettrica.

Leggendo in dettaglio, però, si capisce che la ricarica sconta solo una parte della bolletta, cioè la componente “materia prima”, il prezzo “puro” dei kWh o dei metri cubi consumati. Restano da pagare i costi di trasporto dell’energia, gli oneri di sistema e le tasse. La bolletta elettrica, quindi, può essere azzerata solo utilizzando lo sconto dell’ammontare di 1.000 euro, mentre non è possibile azzerare quella del gas.

Ma non è finita qui. Per ottenere questo tipo di prodotto è previsto un costo iniziale. I nostri soci ci hanno girato un preventivo che prevede un pagamento inziale di 5.300 euro, ma non si capisce a che titolo. Si tratta del costo del pannello? Oppure del controvalore delle "ricariche" di elettricità e gas?

Ecco nel dettaglio le offerte di Invent riportare sulla brochure rilasciata ai nostri soci.


Facciamo qualche esempio

Facciamo l’esempio di un’utenza di Milano, che consuma esattamente 2.600 kWh, cioè lo stesso ammontare dell’offerta di Invent per 10 anni. Di questi, 300 kWh potrebbero essere prodotti tramite il piccolo pannello fotovoltaico, installato e soleggiato alle migliori condizioni. Considerando che con la “ricarica” si può abbattere solo la componente materia prima, la stima della bolletta della luce (immaginando prezzi costanti, pari a quelli attuali) sarebbe di 279 euro all’anno. Grazie allo sconto di 1.000 euro previsto dall’offerta si possono azzerare anche gli altri costi dell’elettricità per 3 anni e mezzo. Ma quanto si spende per i 6 anni e mezzo rimanenti? Immaginando che i prezzi non cambino, abbiamo calcolato un totale di 1.813 euro. Se a questa somma si aggiungono anche i 5.300 euro iniziali, che ipotizziamo (dato che non è specificato dall'azienda) interamente assorbiti dalla fornitura elettrica, si arriva a una spesa di 7.113 euro in 10 anni, per la sola fornitura di luce. Si tratta di una somma competitiva, visto che, per una fornitura di 2.600 kWh, le migliori offerte del mercato libero prevedono attualmente un ammontare di 8.660 euro in 10 anni.

Tutto cambia, però, quando si introduce la spesa per il gas. La “ricarica” associata a questa fornitura si limita a 1.000 metri cubi. Immaginando che questo ammontare sia consumato in un unico anno (cosa molto probabile per chi vive a Milano), per il primo anno risparmieremo sulla bolletta 513 euro di materia prima. Ma cosa succede da lì in poi? Su questo non viene data nessuna indicazione. Questo non è accettabile. Al momento della sottoscrizione deve essere sempre chiaro quanto si pagherà per qualunque eccedenza rispetto a quanto compreso nell’offerta stessa. E questo vale anche per la luce.

Le nostre considerazioni

Sono tanti gli aspetti che non ci convincono di questa offerta.

  • Non abbiamo potuto valutare tecnicamente il pannello fotovoltaico perché non abbiamo trovato alcuna informazione a riguardo.
  • Abbiamo anche dei dubbi sul fatto che questo tipo di prodotto possa essere definito “impianto” e quindi beneficiare, come sostiene Invent, delle detrazioni fiscali del 50%.
  • Dove va a finire l’energia prodotta dal pannello e non consumata? Dal momento che questo tipo di prodotto non prevede l’installazione di un contatore bidirezionale (condizione tipica degli impianti fotovoltaici) l’energia prodotta e non consumata finirebbe con l’essere contabilizzata e quindi andrebbe a finire nei consumi, "mangiando" i kWh a disposizione con l’offerta.
  • Non si specifica da nessuna parte se il costo iniziale (i 5.300 euro) per accedere all’offerta siano con o senza IVA e nemmeno a che titolo vengono chiesti.
  • Anche la durata del contratto non è chiara. Cosa significa che posso usare la “ricarica” per 10 anni? Esiste un vincolo di durata del contratto? Cosa succede in caso di recesso anticipato? È previsto un rimborso per i kWh pagati in anticipo ma non consumati? Sono previste delle penali?
  • Una durata così prolungata nel tempo (10 anni) va valutata con attenzione: le condizioni del mercato cambiano con rapidità e ciò che va bene ora, non necessariamente andrà bene in futuro.

In conclusione, sebbene esistano delle potenzialità, i dubbi sono parecchi e importanti. Per questo motivo, invitiamo Invent a esplicitare meglio gli aspetti dell’offerta che abbiamo segnalato come carenti. Per i soci e per tutti gli altri consumatori il consiglio è: fate attenzione e valutate bene tutti gli aspetti prima di sottoscrivere questo tipo di proposte commerciali.

Se stai cercando un impianto fotovoltaico o solare termico per risparmiare sui consumi di luce e acqua calda aderisci al nostro gruppo di acquisto Primavera Solare.

ADERISCI ORA AL GRUPPO DI ACQUSITO


Stampa Invia