News

Bimby TM 5 alla prova: tra luci e ombre

14 novembre 2014

14 novembre 2014

Il nuovo gioiello della Vorwerk non delude le aspettative: supera a pieni voti tutte le prove di laboratorio. Rispetto al suo predecessore, però, il Bimby TM 5 perde di qualità nel montare la panna e gli albumi a neve. Ma l'unica vera pecca rimane il prezzo: è davvero troppo caro.

Lanciato sul mercato a metà settembre, Bimby TM 5 di Vorwerk è l'evoluzione del vecchio TM 31. Le grosse novità del nuovo modello sono l'introduzione del touch screen e un'unica manopola per controllare tutte le funzioni, i tempi, le velocità e i programmi. A completare l'evoluzione tecnologica del robot da cucina è prevista anche un'app dedicata, disponibile solo per iPad e iPhone, che permette di cucinare, raccogliere ricette e organizzare i menu. Ma come si comporta in cucina? Lo abbiamo messo alla prova e confrontato con il Moulinex.

Aumentano il volume della ciotola e il peso

Come avevamo annunciato, l’aumento del volume della ciotola e della dotazione elettronica l’ha reso più pesante (passa da 6430 a 7870 g). In realtà questo aumento di peso non è rilevante: chi vuole acquistare il Bimby TM 5 non deve pensare di tenerlo in un armadio e tirarlo fuori all’occorrenza, ma di appoggiarlo su di un ripiano e tenerlo pronto all’uso. Altrimenti l’acquisto non vale i soldi spesi. In laboratorio il Bimby TM 5 è stato promosso. Confrontandolo con il precedente, però, abbiamo notato anche qualche peggioramento.

Promosso quasi in tutto

In particolare è peggiorata la qualità degli albumi a neve e della panna montata, passando dall’ottimo del vecchio modello a un sufficiente di quello nuovo per i bianchi e un insoddisfacente per la panna. Si conferma invece un ottimo prodotto nella preparazione degli impasti per torte, pane, purè, pappe per bambini e smoothies. Come nel modello precedente, però, non è in grado di fare la maionese. Per quanto riguarda le funzioni per tritare, se la cava bene con la frutta secca, solo sufficiente per le cipolle (come il modello precedente) e, in compenso, migliorano le prestazioni per erbe tritate e le carote grattugiate. Promosso molto bene, come il precedente, anche per quanto riguarda la fase di cottura (che è quella che lo differenzia davvero da tutti gli altri robot da cucina in commercio): ottime le zuppe, i dolci, il riso e la carne, buono il pesce.

L'unica vera pecca rimane il prezzo

Istruzioni e facilità d’uso erano positivi già nel vecchio modello, qui migliorano per chiarezza. Nel modello TM 31 avevamo segnalato come fosse scomodo per i mancini, mentre questo modello è adatto anche a loro. Unica pecca è il contenitore non trasparente, che non agevola la visibilità durante l’utilizzo, ma questo non toglie che il bimby sia effettivamente facile da usare. Migliora anche la costruzione: l’apparecchio è molto solido e resistente e anche il motore sopporta molto bene gli sforzi, anche prolungati. Complessivamente il Bimby TM 5 è promosso davvero a pieni voti: funziona bene, è sicuro, poco rumoroso e facile da usare. Confermiamo però la nostra posizione: il vero limite rimane il prezzo di 1.189 euro: davvero troppo caro.

 

Stai pensando di acquistare un frullatore, una bistecchiera elettrica o una macchina del pane? Spesso questi piccoli elettrodomestici non servono e finiscono per raccogliere solo la polvere in cucina.

Piccoli elettrodomestici: quando servono?


Stampa Invia