News

Acquisti su Whatsapp, ma ti negano il recesso. Segnalato NO Nameshop

14 aprile 2017
NO Nameshop

14 aprile 2017
Non rispetta le regole sul diritto di recesso e, inoltre, in fase di acquisto mancano informazioni importanti, obbligatorie secondo la legge. Per questo motivo abbiamo segnalato all'Antitrust NO Nameshop, un negozio di abbigliamento con sede in Toscana che opera anche online ed effettua vendite tramite Whatsapp.

Dopo alcune segnalazioni arrivate dai soci, abbiamo provato a vederci chiaro su NO Nameshop. Si tratta di un negozio di abbigliamento con sede a Montecatini Terme che, oltre tramite un punto vendita fisico e il proprio sito, dà anche la possibilità di acquistare attraverso il canale Whatsapp. Semplice e veloce, se non fosse che però poi ti viene negato il recesso e, per effettuare un cambio, hai a disposizione solo tre giorni. Il negozio applica una procedura tutta sua, senza rispettare la normativa in vigore sugli acquisti a distanza.

Le informazioni ricevute sono contrarie alla normativa

Ci mettiamo in contatto con il venditore tramite Whatsapp e, con uno scambio di messaggi, riceviamo risposta ai nostri dubbi: "Per fare un cambio hai tempo 3 giorni! Puoi cambiare taglia oppure prendere altri articoli pagando le spese di spedizione di 10€ e la tua quando spedisci, non facciamo rimborso di soldi". Quindi, in sintesi, nel caso in cui l'acquirente non fosse soddisfatto dell'acquisto, può solo chiedere la sostituzione degli articoli ma non può renderli, con l'aggravante del termine brevissimo di tre giorni. Quando chiediamo spiegazioni riguardo la procedura per il recesso, da NO Nameshop ci viene risposto che non può essere effettuato. La motivazione? Perché "non siamo un sito online ma una semplice pagina facebook".

Per le vendite a distanza, il recesso è sempre entro 14 giorni

Iniziamo col chiarire l'ultimo punto. Infatti la pagina Facebook di NO Nameshop esiste, è vero, ma è una semplice vetrina dietro la quale operano un negozio fisico e un sito online: questo non esula dal rispetto delle regole in fatto di acquisti a distanza. Come qualsiasi altro negozio (sia fisico che online) che effettua vendite a distanza, perciò, deve riconoscere al cliente il diritto di recesso, secondo il quale il consumatore deve poter cambiare idea fino a quando non tocca con mano la merce. In questo la normativa parla chiaro: chi acquista online o al telefono ha a disposizione 14 giorni dal ricevimento della merce per ottenere il rimborso di quanto pagato, spese di spedizione incluse. L'unico costo che può essere addebitato è quello relativo alle spese per il reso del prodotto.

Abbiamo segnalato il negozio all'Antitrust

Oltre a negare il diritto di recesso, NO Nameshop incappa anche in altre violazioni del Codice del consumo. Prima dell'acquisto, infatti, non fornisce all'acquirente informazioni dovute, come l'identità del professionista, indicazioni relative al diritto di recesso e alla garanzia legale di conformità. Una volta concluso l'acquisto, inoltre, non viene data alcuna conferma dell'ordine o del contratto sottoscritto. Per tutti questi motivi abbiamo segnalato il sito all'Antitrust.

Come difenderti in caso di problemi

Hai avuto anche tu un'esperienza simile su questo, o su altri siti di ecommerce? Scrivi subito un reclamo, puoi anche farti aiutare da uno dei nostri avvocati.

Invia un reclamo


Stampa Invia