News

Nòverca chiude: ecco cosa fare

29 gennaio 2015
noverca

29 gennaio 2015

L’operatore di telefonia mobile ha deciso di chiudere il servizio per i consumatori. Per evitare di perdere numero e credito residuo, gli utenti Nòverca, al momento “parcheggiati” sulla rete Tim, dovranno affrettarsi a passare a un altro operatore entro il 7 maggio. Ecco cosa conviene fare.

In questi giorni molti utenti Nòverca stanno ricevendo un sms in cui viene comunicato loro che dal 1 febbraio Tim diventa “titolare del loro contratto”, perché a partire dal 7 maggio “Nòverca non erogherà più il servizio”.

Ma cosa significa questo? 

Nòverca, uno dei principali operatori “virtuali” di telefonia mobile, ha deciso di dismettere le proprie sim per dedicarsi ad altra attività (non rivolta ai consumatori). Poiché Nòverca utilizzava di fatto la rete mobile di Tim, quest’ultima si è presa l’impegno di garantire la continuità del servizio agli utenti Nòverca  fino al 7 maggio, data indicata dall’operatore virtuale come termine del suo servizio.

Cosa devono fare gli utenti Nòverca?

Al momento Tim garantisce loro la continuità del servizio senza alcuna modifica delle condizioni economiche e mantenendo il proprio numero telefonico. A partire dal 4 febbraio e fino alla data di cessazione del servizio da parte di Nòverca Italia (il 7 maggio, appunto), i clienti avranno quindi tutto il tempo per scegliere se recarsi presso un centro Tim e attivare una sim Tim (diventando definitivamente loro clienti), oppure effettuare la portabilità verso un altro operatore mobile recandosi presso uno dei punti vendita del nuovo operatore. 

Se è vero che Tim si è impegnata a mantenere sostanzialmente invariate le opzioni tariffarie attive sulle utenze Nòverca, è anche vero che è bene guardarsi attorno e valutare anche altre offerte. Per farlo può essere utile mettere a confronto le varie tariffe e scegliere quelle più adatte al proprio reale utilizzo. In questo può esserti utile il nostro servizio online.

Partecipa al gruppo d’acquisto

Agli utenti Nòverca consigliamo anche di aderire gratuitamente ad “Abbassa la tariffa”, il primo gruppo d’acquisto per la telefonia mobile di Altroconsumo. Così facendo avranno l’opportunità di sottoscrivere la tariffa che risulterà vincitrice dell’asta che si svolgerà a marzo. Un’asta tra operatori che proverà a ottenere la tariffa più conveniente sul mercato. L’adesione è gratuita e senza alcun impegno: una volta conclusa l’asta e individuata offerta vincitrice si potrà tranquillamente decidere se sottoscriverla oppure no.


Partecipa al gruppo d’acquisto


Cosa succede dopo il 7 maggio?

Come detto, l’accordo fra Tim e Nòverca garantirà ai clienti la continuità della erogazione dei servizi fino al 7 maggio. I clienti che non effettueranno alcuna portabilità né verso Tim né verso altro operatore mobile, dopo quella data, vedranno la propria sim disattivata e quindi perderanno il proprio numero. Potranno comunque richiedere a Nòverca Italia la restituzione del credito residuo presente sulla propria sim al momento della cessazione del servizio secondo le normali procedure.

E ricordati che, per te che sei socio, la nostra consulenza giuridica è sempre al tuo servizio chiamando il numero: 02.6961550.


Stampa Invia