Come fare la disdetta?

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire come disdire un contratto con una compagnia telefonica (disdetta contratti telefonici) e le varie situazioni legali ad esso correlate.
Ogni contratto riporta delle clausole che vengono firmate al momento della sua stipulazione.
Molte persone, al momento del recesso del contratto, non ne tengono conto, rischiando così di pagare costi aggiuntivi alla reale somma da versare.

Dal 2007, grazie al Decreto Bersani e la legge 2 aprile 2007, ogni utente può scegliere di recedere dal contratto in qualsiasi momento (prima della scadenza del contratto) e senza spese non giustificate da costi dell’operatore. Gli operatori, inoltre, non possono chiedere più di 30 giorni di preavviso dalla disdetta. Quindi, grazie a questa legge Bersani sulla telefonia (contratti stipulati con operatori di telefonia, di reti televisive e di comunicazione elettronica) gli utenti non devono più pagare alcuna penale, ma soltanto i "costi di gestione dell’operatore", che sono le effettive spese che il gestore affronta per la disattivazione del servizio o per il trasferimento di utenza.
Di seguito le aziende che rientrano nella copertura sulla disdetta dei contratti dal Decreto Bersani:

  • ADSL
  • Telefonia fissa
  • Telefonia mobile
  • Pay TV
  • Sky
  • Mediaset Premium
  • Alice
  • Fastweb
  • Wind
  • Teletu
  • Tele2
  • Libero
  • H3G / Tre
  • Vodafone

Un'altra legge che tutela il consumatore è il "diritto di recesso e ripensamento", entrata in vigore il 13 giugno 2014 grazie alle modifiche apportate alla direttiva europea sui diritti dei consumatori.
Grazie ad essa il consumatore dispone di 14 giorni per recedere da un contratto a distanza o negoziato fuori dai locali commerciali, senza dover fornire alcuna spiegazione e senza dover pagare alcuna penale. Nel caso di disdetta il venditore dovrà rimborsare tutti i pagamenti (anche eventuali spese di consegna ordinarie) entro 14 giorni dopo essere stato informato dalla rescissione del contratto.

Molte compagnie, nel momento di recedere da un contratto, hanno bisogno di una compilazione del "modulo di disdetta", altri invece possono essere effettuati tramite una "lettera disdetta del contratto". Entrambi dovranno avere in allegato la fotocopia del documento d’identità.

AltroConsumo offre un servizio di consulenza e di assistenza legale per poter aiutare i clienti al momento di una disdetta, sia disdetta telefono fisso sia per operatori del mobile, tenendo conto di clausole, leggi e costi effettivi che riguardano in ogni circostanza.

Nei link si possono trovare i contratti stipulati con le varie compagnie e le corrette modalità di recesso del contratto, ricordando che non tutte le aziende sono uguali e che i contratti sono influenzati da molti fattori che vi riportiamo nel dettaglio caso per caso.

Sopri anche: