News

I prodotti che funzionano contro i pidocchi

01 maggio 2018
pidocchi

01 maggio 2018

Puntuali, si ripresentano ogni anno con l’inizio della scuola. Non c’è alcun sistema miracoloso per prevenire i pidocchi. L’unica regola valida è controllare spesso i capelli e intervenire correttamente. Utilizzando i prodotti nel modo giusto. Ecco quali sono, come agiscono e la loro efficacia.

Prevenzione e cure

In commercio ci sono molti prodotti (shampoo, lozioni, olii) che promettono di prevenire i pidocchi, ma impedirli è impossibile. Non dipende dall’igiene personale, ma semplicemente dalla vicinanza di tanti bimbi perché i pidocchi passano da una testa all’altra velocemente: asilo nido, materna e scuole sono la situazione più a rischio.

il test sugli antipidocchi

Cosa sono?

Sono parassiti specifici dell’uomo che si nutrono di sangue e non sopravvivono lontani dal cuoio capelluto per più di 2-3 gg. Ogni femmina depone fino a 300 uova che rimangono attaccate alla base dei capelli con una sostanza collosa per 7-15 giorni e poi si schiudono. Le uova sono molto piccole (circa 1 mm) e si distinguono dalla forfora perché quest’ultima si stacca facilmente anche soffiando. Il sintomo più comune è il prurito, soprattutto dietro le orecchie, sulla nuca e sulle tempie, ma non sempre è presente.

Prevenzione: come fare?

Se il bambino non ha i pidocchi non serve fare trattamenti preventivi, anzi sono controproducenti perché potrebbero indurre resistenza per un futuro trattamento. L’unico vero strumento di prevenzione è il controllo: ispeziona il cuoio capelluto dei vostri figli almeno una volta settimana, soprattutto nelle zone più a rischio (dietro le orecchie, sulla nuca e sulle tempie). Anche disinfettare i locali non serve a nulla, perché il pidocchio non sopravvive più di due o tre giorni nell’ambiente: peluche, tappeti, materassini e giocattoli in tessuto, possono essere chiusi in un sacco e lasciati lì un paio di giorni; abiti e lenzuola, invece, lavati a 60°C con un detersivo normale (non serve l’igienizzante). Se tuo figlio ha i pidocchi, controlla tutti i membri della famiglia ed avvisa immediatamente le persone con cui è a contatto (gli adulti non sono esenti), la classe e la scuola per limitare il contagio.

Come curarli

In commercio esistono diversi tipi di trattamenti, a base di insetticidi chimici, siliconi o oli essenziali. Ogni tipologia ha vantaggi e svantaggi e la scelta dipende anche dal tipo di capelli di tuo figlio e dalla loro lunghezza:

Come funzionano i trattamenti

I prodotti agiscono uccidendo i pidocchi, ma non sono altrettanto efficaci sulle uova che devono essere rimosse manualmente. In questo caso può essere utile l’aceto o il balsamo per facilitare lo scorrimento della pettinella. In genere gli shampoo sono poco consigliabili perché restano poco tempo a contatto con la cute, gli spray bisogna fare attenzione a non inalarli o spruzzarli negli occhi. Meglio utilizzare gel o lozioni da applicare, in genere una ventina di minuti. Qualunque trattamento scegli, ricordati di ripeterlo dopo una settimana per eliminare eventuali uova sopravvissute.

Pettinella antipidocchi

Per chi non ama ricorrere ai prodotti chimici e ha pazienza, la rimozione manuale di pidocchi e lendini con la pettinella di metallo a denti fitti può essere una soluzione. Per rendere il passaggio più scorrevole, puoi utilizzare un balsamo per capelli o un olio vegetale qualsiasi. La trovi in farmacia.

Prezzo: circa 9 euro.

  • PRO: efficace, riutilizzabile, adatta anche per i bambini sotto i due anni, in gravidanza e allattamento.
  • CONTRO: esige pazienza e costanza, il trattamento deve essere ripetuto ogni due giorni per almeno due settimane.

Prodotti antipidocchi a base di insetticidi chimici

Sono presidi medici chirurgici autorizzati dal Ministero della Salute. Contengono sostanze tossiche per i pidocchi (piretro, permetrina o malathion). Le piretrine, di origine naturale o sintetica, sono efficaci, ma possono provocare pruriti e irritazione. Il malathion molto efficace in passato, sta sviluppando resistenza ed è pericoloso se ingerito.

Prezzo: intorno ai 10-13 euro.

  • PRO: agiscono rapidamente contro i pidocchi, ma comunque le uova devono essere rimosse manualmente.
  • CONTRO: le sostanze tossiche possono dare effetti indesiderati, bisogna rispettare con attenzione le modalità e i tempi di applicazione consigliati. Evitare in gravidanza, durante l’allattamento e per bambini sotto i due anni.

Prodotti antipidocchi a base di oli essenziali

Alcuni oli essenziali, come olio di neem, tea tree oil, lavanda, yang yang hanno dimostrato proprietà antimicrobiche. Per la legge italiana, sono prodotti cosmetici e come tali non possono vantare di uccidere i pidocchi, ma secondo i produttori dovrebbero creare un ambiente sfavorevole all’insediamento dei pidocchi. Gli oli essenziali spesso contengono sostanze allergizzanti (limonene, eugenol, citronellol).

Prezzo: intorno ai 10 euro.

  • PRO: non provoca resistenza, profumo piacevole.
  • CONTRO: poca certezza sull’efficacia, contengono allergeni.

Prodotti antipidocchi a effetto soffocante

Si tratta di prodotti a base di oli minerali che, applicati su tutti i capelli, soffocano i pidocchi con un’azione fisica. Questo previene gli effetti indesiderati legati agli insetticidi (se non hai un’allergia specifica ai singoli componenti) e non induce resistenza nei pidocchi.

Prezzo: intorno a 17 euro.

  • PRO: non irrita, è adatto a tutti, non ha cattivo odore.
  • CONTRO: l’efficacia deve essere maggiormente dimostrata, meno efficaci degli insetticidi, vanno tenuti sulla testa più a lungo, devono essere applicati molto bene per coprire tutti i capelli in modo omogeneo, bisogna rimuovere manualmente le uova.
Prodotti antipidocchi complementari

Benché in commercio ci siano molti prodotti che in qualche modo promettono di prevenirli, purtroppo non c’è niente che funzioni veramente in questo senso: l’unico vero strumento di prevenzione è il controllo: ispezionate il cuoio capelluto dei vostri figli almeno 1v/settimana, soprattutto nelle zone più a rischio: dietro le orecchie, sulla nuca e sulle tempie.

In genere sono a base di alcol e oli essenziali che vantano efficacia antibatterica, o oli minerali con effetto filmante. Per la legge, questi sono prodotti cosmetici, cioè possono mantenere i capelli in buono stato (infatti i produttori li chiamano “complemento cosmetico al trattamento della pediculosi”) e non possono vantare nessuna efficacia.

Molti produttori vendono anche shampoo per lavare i capelli dopo il trattamento, sia perché aiuta la rimozione delle lendini sia perché crea un ambiente sfavorevole al reinsediamento dei pidocchi. Anche questo non è un prodotto necessario, per il lavaggio potete usare un comune shampoo, ma soprattutto se avete usato un trattamento a base di siliconi, vi serve uno shampoo efficace, non uno con tensioattivi delicati tipo quelli per bambini o per i capelli colorati. Per aiutarvi a rimuovere le lendini puoi usare aceto per indebolire la colla o balsamo per far scivolare meglio il pettine.