News

PostaProtezione SiCura, una polizza salute troppo limitata

20 aprile 2012
PostaProtezione SiCura, una polizza salute troppo limitata

20 aprile 2012

Troppo risicata la copertura della nuova polizza per la salute lanciata da Poste Italiane. Non è competitiva rispetto alle altre offerte sul mercato

A confronto con le polizze salute più diffuse sul mercato (il nostro test), il nuovo prodotto di Poste Italiane risulta tra i meno convenienti. Se si guarda solo al premio  il prodotto sembra meno costoso del nostro Migliore Acquisto: 108 euro al mese per una famiglia di 4 persone (2 adulti di 40 anni e 2 figli sotto gli 11 anni). Bisogna considerare però che offre una copertura molto più limitata. PostaProtezione SiCura copre solo le spese necessarie in caso di interventi chirurgici dovuti a infortunio o malattia. Una limitazione notevole visto che esistono polizze che coprono anche le spese di ricovero senza che ci debba essere un intervento chirurgico.

Check up preventivo limitato
La polizza dà la possibilità di sottoscrivere una garanzia facoltativa che copre i check up di prevenzione,  ma solo se sono passati due anni assicurativi senza interventi chirurgici. Una limitazione importante perché se l’assicurato sottoscrive la polizza e poi subisce un intervento, sposterà la possibilità di usufruire della copertura per il check up di anno in anno. La polizza risultata migliore nel nostro ultimo test (Italiana Assicurazioni) prevede la stessa possibilità di fare un check up preventivo ogni due anni, ma senza limitazioni.

Polizze sanitarie: non convengono
Troppe spese escluse, clausole penalizzanti, costi elevati. Le polizze sanitarie convengono a pochi. In Italia tutti hanno diritto ad accedere gratuitamente, o dietro il pagamento di un contributo alle spese (ticket), a prestazioni mediche ed esami diagnostici, terapie e interventi chirurgici. La necessità di una copertura assicurativa non è quindi stringente. Per di più, ci sono troppi buchi nelle coperture.
Infatti, PostaProtezione SiCura, come le altre polizze analizzate, esclude dalla copertura diverse spese come le cure dentarie che sono coperte solo quando sono conseguenza di infortunio e/o tumore.
Anche per la carenza, vale a dire il termine di decorrenza della garanzia, PosteProtezione SiCura prevede termini molto simili a quelli delle altre polizze da noi analizzate. Mentre per le conseguenze di malattie o esiti di infortuni non conosciuti/non diagnosticati e insorti dopo la stipula del contratto prevede un termine di 300 giorni, mentre la maggior parte delle polizze ne prevede 180.


Stampa Invia