News

Tutte le regole per viaggiare in Italia e all’estero

Da novembre anche i cittadini europei possono riprendere a viaggiare negli Stati Uniti. Vengono infatti allentate le misure imposte dal Governo Usa per contenere l'emergenza sanitaria. La situazione epidemiologica è in continua evoluzione: per questo motivo, prima di mettersi in viaggio, è bene verificare le procedure previste dalla Farnesina. Vediamo quali sono le regole in vigore per viaggiare all’estero e quelle per spostarsi sul territorio nazionale.

  • contributo tecnico di
  • A. Vizzari e M. Amerelli
  • di
  • Roberto Usai
21 settembre 2021
  • contributo tecnico di
  • A. Vizzari e M. Amerelli
  • di
  • Roberto Usai
regole viaggi

Termina il cosiddetto "ban" imposto dagli Stati Uniti ai viaggiatori a causa dell'emergenza sanitaria. A partire da novembre (manca ancora una data esatta), chi ha completato il ciclo vaccinale potrà riprendere a viaggiare negli Usa. Le frontiere saranno riaperte per i 26 Paesi dell’Unione europea, fra cui l’Italia, e per Cina, India, Gran Bretagna, Irlanda, Sud Africa, Iran e Brasile. I cittadini stranieri dovranno dimostrare di essere vaccinati con due dosi dei vaccini approvati dall’Fda - Pfizer, Moderna e Johnson & Johnson - e avere un tampone negativo effettuato nelle 72 ore precedenti alla partenza. Non saranno previste quarantene, ma potrebbero esserci eccezioni per i bambini in età non vaccinabile.

Viaggiare all'estero, le regole fino al 25 ottobre

Per viaggiare all’estero fino al 25 ottobre 2021 valgono le linee guida previste dai decreti del Governo e dalle ordinanze del Ministro della Salute. Le regole per spostarsi all’estero sono in continua evoluzione ed è meglio verificare la situazione relativa all’emergenza sanitaria da Covid-19 nei singoli Paesi prima di partire. Basta cliccare su “Cerca Paese” sulla home page del sito ViaggiareSicuriSi aprirà una sezione con tutti i Paesi esteri: cliccando sulla tua destinazione avrai tutte le informazioni del caso. Esiste poi un servizio interattivo dell'Unione europea, attraverso cui è possibile visualizzare su una mappa quali sono le procedure necessarie per viaggiare in ogni singolo paese Ue. Ricorda che per spostarsi tra un Paese e l'altro in ambito europeo è richiesto il Green pass: il lasciapassare viene richiesto in alcuni Paesi (come la Francia) anche per accedere a locali pubblici, come bar e ristoranti.

Attenzione al modulo dPLF: quando è necessario?

Durante l'estate sono stati diversi i casi di passeggeri rimasti a terra perché non in regola con i documenti richiesti al momento dell'imbarco in aeroporto. Nello specifico erano sprovvisti del digital Passenger Locator Form (abbrevviato PLF o dPLF). Ma di cosa si tratta? Il PLF è un modulo per la localizzazione in formato digitale obbligatorio per chiunque faccia ingresso in molti paesi extraeuropei ed europei, Italia compresa, per una qualsiasi durata e attraverso qualsiasi mezzo di trasporto (qui l'elenco completo). Attraverso questi moduli vengono raccolte le informazioni di contatto e le specifiche sull'indirizzo della permanenza dei viaggiatori per permettere alle Autorità sanitarie dei vari paesi di contattarli tempestivamente, qualora esposti a una malattia infettiva

Ecco i passaggi necessari per compilare il dPLF:

  • collegarsi al sito https://app.euplf.eu/;
  • seguire la procedura guidata per accedere al dPLF e scegliere il paese di destinazione, Italia compresa;
  • registrarsi al sito creando un account personale con user e password (è necessario farlo solo la prima volta);
  • compilare e inviare il dPLF seguendo la procedura guidata.

Viaggiare in Italia, al momento nessuna limitazione

Se scegli di viaggiare in Italia, attualmente sono possibili tutti gli spostamenti senza alcuna limitazione. La situazione potrebbe però cambiare: il consiglio è sempre quello di controllare sempre i siti delle singole Regioni o Comuni, è possibile infatti che in alcuni territori siano previste norme integrative particolari (per esempio su obblighi di tamponi o quarantene). Al momento in ambito italiano non è richiesto il Green pass per spostarsi da una Regione all'altra, ma ricorda che è necessario per utilizzare i mezzi di trasporto a medio-lunga percorrenza e per prendere un aereo, a prescindere dalla durata del volo, e per accedere a cinema, teatri e ristoranti al chiuso.

Sia che scegli di viaggiare all’estero o di spostarti da una Regione all’altra della nostra penisola, ecco altri suggerimenti che possono esserti utili:

  • controlla le offerte last minute per avere prenotazioni aggiornate “in tempo reale”;
  • se prenoti prima, controlla bene le penali di annullamento del viaggio. Più ci si avvicina alla data del viaggio, maggiore è la penale da pagare;
  • stipula polizze di annullamento viaggio o malattia.