ultimo aggiornamento: 11/10/2019

Fotovoltaico "prendi i soldi e scappa"

Salve a tutti,

nel 2012 ho installato in impianto fotofoltaico da 3kW con una ditta di Rimini. 2 o 3 anni dopo mi contatta una socità che opera nell'energia e mi comunica che l'azienda che mi ha installato i pannelli ha chiuso i battenti (cosa vera) e loro avevano rilevato il parco clienti, per cui da quel momento avrei dovuto fare riferimento a loro. Mi mandano un loro tecnico gratuitamente che controlla dall'inverter l'efficienza dell'impianto che risulta perfettamente in linea con le specifiche. La scorsa primavera la cosa si ripete. Mi contatta una nuova azienda dicendo che la precedente ha chiuso i battenti e ora ci sono loro.

Confrontandomi con altre persone che hanno installato il fotovoltaico con aziende locali o piccole mi sembra di aver capito che non è raro che queste restino sul mercato per qualche anno e poi chiudano, vuoi per difficoltà reali, vuoi per una precisa strategia che definirei appunto "prendi i soldi e scappa".

Nei giorni scorsi mi sono accorto che l'impianto non funziona, controllando con il multimetro non arriva corrente dai pannelli. Credo a causa di un forte temporale che c'è stato qualche tempo fa o di alcuni piccioni che bazzicano sul tetto. Sto cercando di capire come muovermi.

Vorrei chiedere se qualcun altro ha avuto esperienze simili e come si è comportato?

Grazie

Partecipa alla community!

  • Cerca chi ha avuto la tua stessa esperienza
  • Confrontati con chi ha il tuo stesso problema
  • Consiglia gli utenti che hanno bisogno di te
  • Condividi le soluzioni che hai adottato

Registrati gratuitamente al sito per partecipare

Entra o Registrati

Risposte

User name
Margherita Montuono
04/10/2019

Visto come vanno le cose, la cosa più sensata da fare secondo me è tenere sempre la documentazione dell'impianto - io ho la mia bella cartellina in archivio. Non essendo astronavi, con un po' di pazienza e gli schemi d'impianto, ogni tecnico FV degno di questo nome dovrebbe raccapezzarsi.

Da quel che ho sentito, gli inverter hanno una vita media di circa 10 anni, e immagino che queste informazioni arrivino soprattutto da quelli che hanno installato l'impianto più di 10 anni fa e hanno dovuto sostituirlo :)
Magari il problema il suo problema sta proprio li

User name
Giuseppe Fogli
06/10/2019

Buongionro e grazie per la risposta. Ho la documentazione completa dell'impianto. Quello che vorrei capire è se questo tipo di interventi rientrano nelle eventuali garanzie e/o manutenzioni a suo tempo stabilite nel contratto con la prima azienda, oppure no. Vorrei capire se le aziende venute dopo, oltre al parco clienti hanno "ereditato" anche i contratti, con relative assicurazioni, garanzie, ecc.... Quanto all'inverter, un Aurora, non credo dia il problema, perché in una giornata perfettamente soleggiata non rilevo tensione già a monte dell'inverter. Quindi dal tetto non arriva corrente, come se il circuito fosse aperto. Saluti.

User name Moderator
Vittoria | Moderatore
11/10/2019

Ciao Giuseppe! Non è un fatto anomalo nella cessione di azienda che il nuovo titolare si accolli i contratti stipulati dall’azienda acquistata, dunque le garanzie di norma rimangono valide.

Naturalmente, se i contratti sono stati ceduti valgono le vecchie condizioni: la nuova azienda non può modificare le garanzie senza il consenso del cliente e il cliente può anche decidere di non accettare la nuova azienda come nuovo referente del contratto precedentemente stipulato.

Questo vale soprattutto per le garanzie relative ai contratti di manutenzione degli impianti. Il discorso cambia se parliamo della garanzia generica rilasciata dalla casa produttrice di un componente (ad esempio i pannelli o l’inverter), quella cioè chiamata garanzia del produttore o garanzia convenzionale: in questo caso, negli accordi tra vecchia e nuova azienda è frequente che tali garanzie siano escluse soprattutto se il nuovo proprietario non acquista anche il marchio, ma non è questo il caso essendo una ditta di installatori.

In sintesi, tutto dipende dagli accordi di cessione tra l’azienda che vende (fallisce) e chi la rileva, ma soprattutto dipende da cosa è riportato sul contratto inizialmente stipulato da lei. Generalmente su pannelli e inverter si applica la garanzia del produttore e a meno di precise indicazioni sul contratto, questa rimane in essere perché non dipende dall’installatore. Sui componenti di collegamento dell’impianto invece la garanzia dipende generalmente dall’installatore.

Buona giornata!

comunità europea
Questo progetto ha ricevuto finanziamenti dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell’Unione Europea nell’ambito della convenzione di sovvenzione n. 749402