ultimo aggiornamento: 02/05/2020

POSSIBILE TRUFFA TIM(o chi per loro)? AIUTOO

Un saluto a tutti. Perdonatemi se il post è lungo ma ci tengo a scrivere il più preciso possibile ciò che mi sta accandedo in questi giorni.

 

Vi scrivo perchè ho il sentore di esser stato raggirato come un fesso dalla compagnia telefonica sopracitata (o chi per essa). Procedo con ordine:

- Sabato 6 luglio mi reco in un negozio TIM per sottoscrivere un nuovo abbonamento più vantaggioso rispetto all' attuale. Essendo già cliente TIM dovevo chiudere la linea in essere ed attivarne una nuova a nome della mia compagna. Tramite normale procedura (sms + conferma sull' agenda online dei tecnici TIM) fisso appuntamento con il tecnico per attivare la nuova linea. L'appuntamento è fissato martedì 9 luglio.

- Martedì 9 luglio il tecnico mi chiama al cell dicendo che non poteva intervenire perchè risulta che la mia linea era ancora attiva. Rispondo dicendogli che ha perfettamente ragione ma che è stato il venditore del negozio TIM a dirmi di chiudere la linea mediante racc a\r dopo che il tecnico stesso avesso installato la nuova linea nella mia abitazione. Nulla da fare, il tecnico mi risponde che ha delle procedure da rispettare e non se ne fa nulla. Mi reco immediatamente al negozio TIM, spiego l'accaduto, ma il venditore che mi ha proposto l'abbonamento non c'è e quindi il suo collega mi invita a ripassare alle 15:00.

- Martedì 9 luglio ore 15:00 sono nuovamente nel negozio TIM ma il collega di prima si era sbagliato...Il turno del venditore inizia alle 15:30. Chiaramente aspetto. (In tutto questo non sto considerando una giornata di lavoro praticamente buttata!). Vabbè, alle 15:30 il venditore si presenta, rispiego tutto quanto, cerca di convincermi a rifare la stessa procedura dicendomi che quando chiamerà il tecnico gli devo dire ''NO, non ho una linea attiva in casa, se le risulta sarà di qualcun altro ma di certo non mia.'' Nononstante la sua insistenza non acconsento e decido di fare l'iter normale ovvero spedire PRIMA la racc a\r alla casella postale di TIM e POI fissare appuntamento con tecnico. Vado alla Posta e lo faccio.

- Mercoledì 10 luglio ore 12:45 mi chiama la ''TELECOM TIM'' o almeno così si è presentata la ragazza chiamandomi da Lanciano, Abruzzo dal tel 0872 676435. Mi chiede se avevo deciso di aprire una nuova linea telefonica e che potevo accelerare la pratica di uscita del tecnico e risparmiare giorni preziosi in cui non avrei avuto la linea telefonica ed internet. Spiego anche a lei l'iter precedente ma mi convince che tramite lei si risparmia del tempo in quanto la raccomandata a\r la avevo già mandata, insomma tutto a posto.. In primo luogo non metto in discussione la credibilità della telefonata in quanto la ragazza è in possesso del nome\cognome della mia ragazza che sottoscritto la nuova offerta. Mi addentro nella telefonata e va a finire che mi chiede conferma del codice IBAN e della carta d'identità della mia compagna, esattamente come era stato fatto in negozio. La telefonata si conclude dicendo che mi avrebbero mandato l'sms da cui confermare l'uscita del tecnico ecc ecc. In realtà mi arriva un WhatsApp dal cell 331 2683266 che dice: ''Benvenuto in Telecom Italia, il suo codice cliente è XXXXXXXXX, qui può inviare la foto della carta d'identità fronte e retro e l'IBAN per il pagamento, così da poter procedere con l' inserimento della sua pratica. Dopodiché riceverà il messaggio per l'appuntamento.

Cordiali saluti, Telecom Italia.''

 

Circa 30 min dopo la mia compagna riceve una telefonata dallo stesso numero fisso di Lanciano in cui veniva invitata a rispondere al WhatsApp inviando foto della carta d'identità e IBAN. Non lo abbiamo fatto.

 

Detto tutto ciò ho il timore che in qualche modo mi abbiano fatto sottoscrivere un contratto telefonico o qualcosa di simile. Spero di sbagliarmi e di peccare di presunzione ma ci sono troppe cose che non quadrano.

 

PS: in tutto questo quando sono stato al negozio TIM la prima volta ho anche pagato 25,00€ per la portabilità del cell della mia compagna incluso nell' offerta. Da 3 sarebbe dovuto passare a TIM il 9 luglio, a detta del venditore. Siamo al 10 luglio ma il numero rimane essere 3.

 

Ultime 2 info: cercando in Google info riguardo al numero 0872 676435 trovo solo recensione negative (truffa telemarketing ecc.) Il cell 331 2683266 (da cui ho riceuto il WhatsApp) ha come immagine profilo il logo TIM ma non è neppure in alta qualità, come nome profilo ha ''Tim Dati'' e sullo status ha ancora il classico ''Hey there! I am using WhatsApp''.

Nel pomeriggio ho chiamato la mia banca chiedendo se fosse stato attivato qualche RID ma ad oggi nulla. ho chiamato anche il 187 per fare chiarezza, sono stato rassicurato che finchè non esce il tecnico non può avvenire l'attivazione della nuova linea. E' vero anche che se questi operano per conto propio e non per conto di TIM l'uscita del tecnico non conta nulla.

 

 

grazie a tutti per la pazienza.

User name

Commenta il post

Risposte

User name Moderator
12/07/2019
Vittoria | Moderatore

Ciao, grazie per averci scritto! Si tratta solito l’inghippo: ti dicono che ci pensano loro a chiudere la linea vecchia e poi non lo fanno e ti ritrovi con due linee e due bollette. Quindi hai fatto bene ad inviare la raccomandata, ma se non invii i dati alla Tim per attivare la nuova linea ti troverai senza internet né telefono. Se vuoi cambiare operatore devi inviare il recesso per la nuova linea (entro 14 giorni da quando hai sottoscritto il contratto). Buon pomeriggio!

User name
12/07/2019
A Sbrigol , ha risposto:

grazie Vittoria per la risposta. In merito a ''ma se non invii i dati alla Tim per attivare la nuova linea ti troverai senza internet né telefono'' Io aspetto che mi chiudano la linea attuale, dopodichè attiverò quella nuova con l'uscita del tecnico. Fa niente se rimango una settimana senza internet, pazienza. L'importante è che non mi attivino 2 linee.

In merito al contratto telefonico invece? E' solamente una mia paturnia?

PS:sta mattina alle 8:20 la TIM mi ha mandato il seguente sms (sta volta sms di TIM vero): ''Grazie da TIM. Come da te richiesto, l'offerta scelta per la linea di casa è in corso di attivazione.''
Non è che è propio questa la seconda linea che vogliono attivare?


grazie

User name
06/09/2019
ANDREA DA DALT

Ciao.
Io sto riscontrando una cosa più o meno simile che comunque riguarda Tim (o chi per loro) riprendendo da titolo del post.
In sostanza è da più di un mese oramai che ho frequentssimi blocchi dell'adsl di Teletu ora Vodafone.
Fin qui nessun problema, contatto il call center che facendo i test necessari appura reali problemi sulla portante adsl e mi informa che provvederanno a far verificare e sistemare il tutto da un loro tecnico.
Il problema entrambe le volte sembra essersi risolto.
Ma vengo contattato (sempre entrambe le volte) da un fantomatico centro supporto tecnico Tim che, spiegandomi in modo dettagliatissimo, mi racconta che la mia attuale linea non sfrutta completamente la connessione "nativa" di Tim, mentre Teletu/Vodafone viaggiano per alcuni punti con segnali radio, ecc, ecc.
Morale, mi propone con una certa insistenza di cambiare operatore dicendomi che avrei mantenuto gli stessi costi dell'attuale operatore, mi dice di inviargli via mail (teamtelecom34@gmail.com) carta d'identità e codice di migrazione e che avrebbero sistemato tutto loro.
Chiaramente non ho inviato nulla, né ho dato consensi, accettazioni o altro. Ho cercato di glissare dicendo che mi sarei rifatto vivo io nel caso avessi avuto nuovi problemi con l'Adsl.
... e adesso arriva la cosa strana.
Dopo ogni chiamata fatta con questi signori, l'Adsl ha ricominciato ad avere nuovamente i problemi che segnalavo all'inizio e, sono quasi sicuro, che alla nuova segnalazione che rifarò, verrò quasi sicuramente richiamato dal "centro supporto tecnico Tim".
Ora, legare Tim a questo "centro di supporto" è un'affermazione poco dimostrabile. Però ritengo che qualche legame occulto per raggranellare nuovi clienti sotto sotto ci sia.
Il fatto è che da utente finale mi sento impotente di fronte a questo genere di soprusi.
Sicuramente ri-segnalerò il disguido tecnico al mio attuale gestore... ma che fare con questi altri "sciacalli"?
Grazie per i consigli che potrete darmi.
Un saluto
Andrea

User name
23/09/2019
ANGELO FRANCESCO CERRI

A me è successo di peggio! Tramite telefono attivo il servizio con Wind, ma la ricezione internet è molto più lenta che con TIM, quindi decido di recedere!
Dopo avere avuto il codice da Wind per il recesso chiamo Tim e l'operatrice mi dice che non devo fare nulla, "fanno tutto loro"!! (che gentili, penso)!
La faccio breve, l'operatrice, invece che il recesso mi ha richiesto una nuova attivazione!
Quindi ho dovuto pagare ben 350€ di modem alla Wind.
Ovviamente in TIM non sanno chi sia l'operatrice che mi aveva risposto!!!!

User name
04/10/2019
DANIELE CHELI

Credo che il problema con la Tim nato da incapacità di alcuni suoi operatori riguardi tanti clienti.
Ottobre 2018 - centro commerciale - essendo possibile passare alla fibra contatto operatore che mi comunica che il passaggio comporta cambio del numero. Penso allora di cogliere l’occasione per intestare la linea alla moglie. Procedura dettatami dall’operatore tim: considerato che la tim ha aumentato il prezzo mi suggerisce di chiedere la recessione del contratto con raccomandata A/R e nel contempo stipula nuovo contratto a mia moglie. Dopo alcuni giorni viene il tecnico tim dicendo che non trovava il ns indirizzo, istalla la nuova linea e se ne va portandosi via il modem tim della mia linea. Arrivano due fatture una a mia moglie e una a nome mio nonostante la linea attiva sia solo quella della moglie. Guardando bene la fattura della moglie noto che il numero civico è errato; chiamo il 187 contestando le 2 fatture in quanto la linea attiva è solo una e che la mia linea di fatto non esiste più e chiedo di correggere l’errore fatto dall’operatore tim.
Conclusione di telefonate infinite al 187 e fax a cui non è mai arrivata risposta per uno sbaglio di procedura e di numero civico dell’operatore tim:
1 - la linea a me intestata è stata considerata attiva fino a 7/12/2018 anche se di fatto sostituita dal 26/10/2018 da quella di mia moglie e la tim non ha mai voluto riconoscere il subingresso
2 - nonostante il modem portato via dal tecnico tim sono stato obbligato a pagare tutte le rate e pur avendo saldato il tutto a maggio 2019 ogni mese la tim continua a mandarmi la fattura
3 - a mia moglie la tim spedì subito un pacco aperto credendo che contenesse il modem riportato nel contratto dal momento che il tecnico aveva istallato provvisoriamente il modello vecchio. Il pacco conteneva il decoder tim box, mai ordinato e rispedito subito; nonostante inviassimo distinta di spedizione e poi la distinta delle Poste di consegna la tim ha riconosciuto la consegna del decoder solo alla fine di aprile 2019, ma con una ciliegina finale: 8 maggio la tim invita a non pagare la fattura di aprile ma di andare alle poste e pagare il mensile corretto per lo scorporo della rata decoder ma contemporaneamente con la domiciliata la tim si prende 168 euro cioè l’intero prezzo del decoder e comunica il rimborso di 128 euro (cioè dei 168 euro meno le rate già pagate poi rimborsate in fattura) entro 90 giorni. Siamo al 4 ottobre e non si riesce ad avere i 128 in nessun modo. SAREI MOLTO GRATO A CHI MI SUGGERISCE CHE FARE
Ho raccontato la mia esperienza soltanto perché se per caso si ha la sfortuna di incontrare operatori tim che commettono errori di procedura o materiali inizia un percorso lungo di sopraffazione, percorso di cui non si vede mai la fine.
P.S. nonostante telefonate e fax il numero civico dell’abitazione è dopo 11 mesi ancora quelli errato, unica consolazione il numero giusto è solo sulla fattura.

User name
02/05/2020
ROBERTO SOTTANI , ha risposto:

se non sbaglio ora TIM è francese......