News

La coppetta mestruale: cos'è e perché conviene

21 ottobre 2016
coppetta mestruale

21 ottobre 2016

Non è molto diffusa, ma può essere una valida alternativa agli assorbenti classici: la coppetta mestruale infatti è ecologica e economica. L'abbiamo fatta testare alle nostre socie che ne sono rimaste soddisfatte e la consigliano. Ecco una breve guida all'uso.

La coppetta mestruale è indubbiamente una buona alternativa agli assorbenti, anche se non molto diffusa. Si tratta di un piccolo contenitore in silicone morbido, da inserire all’interno della vagina: raccoglie il sangue e periodicamente deve essere svuotato nel water. Due i principali vantaggi:

  • è economica (circa 3 euro all’anno);
  • è ecologica (minima produzione di rifiuti, perché si svuota, lava e riutilizza.

I consigli per usare la coppetta mestruale

  • Lava le mani accuratamente prima di ogni uso, evita le unghie lunghe.
  • Sterilizza la coppetta ogni mese facendola bollire 10 minuti nell’acqua.
  • Al momento dell’inserirla, cerca di rilassarti e rilassare i muscoli.
  • Non avere timore di provare più volte, fino a trovare il sistema di piegarla per inserirla che trovi più comodo.
  • Un lubrificante può aiutare, ma non è necessario.
  • Il gambo di entrambe le coppette va tagliato in base alla propria conformazione in modo da non fuoriuscire. Consigliamo di tagliarne un pezzetto alla volta perché coi movimenti e col tempo tende ad aggiustarsi al proprio corpo e quindi si rischia di accorciarlo troppo se si taglia subito tutto e poi diventa più difficile toglierla.
  • Le dimensioni non sono molto diverse da quelle di un tampone interno: basta trovare il sitema giusto di piegarla.
  • Per toglierla, schiacciala leggermente per far uscire aria ed eliminare l’effetto “risucchio”.
  • I produttori dicono che si può svuotare ogni 8 ore, ma consigliamo soprattutto ai primi utilizzi di farlo ogni 4 ore durante il giorno, soprattutto per prendere confidenza.
  • Si può usare tranquillamente durante la notte e per fare sport, non si vede perché è inserita completamente all’interno della vagina. È disponibile in 2 taglie a seconda dell’abbondanza del flusso, dell’età e se si hanno avuto figli.

Che cosa dicono gli studi?

Dalla letteratura scientifica non risultano problemi legati al suo uso. Per un uso corretto della coppetta mestruale, è bene avere alcune piccole attenzioni, che diminuiscono il rischio di effetti indesiderati:

  • ricordarsi di lavare accuratamente le mani prima di inserimento ed estrazione;
  • sterilizzarla (basta farla bollire almeno 10 minuti in acqua) prima di ciascun ciclo.

Non possiamo che consigliare alle donne che hanno un po' di familiarità col proprio corpo di provarle: se si trovano bene è un bel risparmio di soldi e di rifiuti prodotti.

Coppetta mestruale alla prova: promossa

Ma la vera domanda è: è facile da usare? È davvero comoda? Abbiamo chiesto alle nostre socie di provarla. Ne abbiamo messe alla prova 2: Fleurcup e Mooncup. Non ci sono differenze significative tra i due prodotti che anche esteticamente sono molto simili. Unica nota: la Mooncup è un po' più rigida, ma in genere più facile da inserire rispetto alla Fleurcup più morbida, ma anche più grossa e di conseguenza più capiente.

Promosse entrambe pienamente dalle nostre socie per la capacità di raccolta, le perdite e gli odori. Emergono alcune differenze di opinione per quanto riguarda la facilità di inserirla, ma soprattutto di toglierla: per alcune donne queste operazioni risultano piuttosto complicate. La perplessità più comune  riguarda l’utilizzo fuori casa, quando non si ha a disposizione uno spazio adeguato per rimuoverla, svuotarla e sciacquarla. La maggior parte delle donne che l'hanno provata la consiglierebbe e, dopo averne scoperto l’uso con il nostro test, ha cambiato abitudini.

Un enorme risparmio

Da non sottovalutare il risparmio economico. Considerando un tempo di vita di 10 anni come consigliato dai produttori, il costo annuo di questi prodotti è:

  • Fleurcup (taglia L): 15€ = 1,5 €/anno
  • Mooncup (taglia A) dai 29,9 ai 32€, in media 30,6€ = 3,06€/anno

Sostenibile per l’ambiente

È la soluzione ottimale, perché riutilizzabile per 10 anni: molto sostenibile per l’ambiente, al contrario degli assorbenti interni ed esterni che, essendo usa e getta, pesano sull’ambiente per la produzione delle materie prime e la quantità di rifiuti generata.