News

Flexia, la carta Unicredit per pagare a rate: conviene davvero?

23 giugno 2016
Pubblicità carta Flexia Unicredit

23 giugno 2016

Si chiama Flexia ed è la nuova carta di credito lanciata da Unicredit. Cosa ha di diverso dalle altre? Che permette di pagare a rate in maniera flessibile i tuoi acquisti. L'abbiamo provata: può essere conveniente per acquisti di basso importo, entro i 500 euro. Per quelli medi, invece, si rischia di spendere davvero troppo.

"La carta di credito con cui prima compri e dopo decidi cosa pagare a rate", Unicredit presenta con questo slogan Flexia, la nuova carta di credito che permette di rateizzare ogni singolo acquisto. Come? Direttamente con lo smartphone, utilizzando l'app dedicata, oppure tramite il servizio di home banking.

Scegli importo da richiedere e numero di rate

È possibile rateizzare qualsiasi acquisto compreso tra i 250 e i 5.000 euro, sempre in base al limite di spesa previsto dalla carta. Si può scegliere anche in quante rate saldare l'importo: 3, 6, 10, 12, 15 o 20. La commissione da pagare viene calcolata quindi in base a questi due parametri: importo richiesto e numero di rate. Abbiamo provato a fare qualche simulazione per capire se rateizzare gli importi con questo sistema è davvero così vantaggioso.

Per spese medie si rischia di pagare troppo

Ipotizziamo di voler acquistare con la carta Flexia una lavatrice che costa 450 euro e di volerla pagare in tre rate. Per tre mesi, perciò, ci verrà addebitata una rata di 151 euro (150 euro di rata più 1 euro di commissione). A conti fatti, la lavatrice ci sarà costata 453 euro, con un taeg del 4,07%: il tasso non è male. La situazione cambia se decidiamo di spendere di più e di aumentare il numero delle rate. Simuliamo di voler acquistare un divano da 1.000 euro e di volerlo pagare in 10 rate. In questo caso ogni rata sarà pari a 104 euro e il taeg, questa volta, arriva all'8,98%, quindi non propriamente un tasso conveniente. Se si sommano più rateizzazioni, il rischio è di pagare rate molto salate. Nel caso in cui decidessimo di comprare sia la lavatrice che il divano nello stesso mese, infatti. avremo 10 rate da 151 euro, con un taeg totale del 9,30%. Il taeg può arrivare fino ad un massimo del 12,66%. Inoltre se si sommano più rateizzazioni in diversi mesi , il rischio è di pagare rate mensili molto salate senza neanche accorgersene.

Sì, ci sono alternative più convenienti

Per gli acquisti di basso importo, quindi fino a 500 euro, può essere un prodotto da prendere in considerazione, anche perché non esistono molte alternative sul mercato. Per importi medi, invece, come dimostra anche il nostro ultimo test, esistono prestiti finalizzati con tassi più interessanti. Bisogna considerare anche che Carta Flexia ha un canone annuo di 38 euro e che il nostro comparatore delle carte di credito (quelle tradizionali, a saldo) la colloca solo al 33esimo posto della classifica. Le alternative più economiche ci sono, prova subito il servizio che mette a confronto le diverse carte di credito a saldo presenti sul mercato.


Confronta le carte di credito


Stampa Invia