Guida all'acquisto

Gasatori d'acqua: guida all'acquisto


Le principali motivazioni che spingono verso questo tipo di acquisto sono la riduzione dell’impatto ambientale e la comodità.

Comodità

Gli apparecchi gasatori sono facili da usare e necessitano di poca manutenzione. Inoltre, acquistandone uno, si evita di dover portare a casa decine di bottiglie d’acqua gasata. Molti apparecchi stanno aggiungendo nuove funzioni per produrre altri tipi di bibite gassate. Alcuni oltre a gasare, filtrano e addolciscono l’acqua. A meno di problematiche specifiche,però, l’acqua dei nostri rubinetti è buona e questi apparecchi non sono necessari perché oltre ad essere costosi e avere bisogno di manutenzione periodica, si rischia anche di peggiorare la qualità dell’acqua invece di migliorarla.

Se hai dubbi sull’acqua di casa tua, falla analizzare con We Test Water.

Impatto ambientale

Da un punto di vista dell’impatto ambientale l’acqua in bottiglia presenta molte problematicità : non solo la plastica delle bottiglie deve essere smaltita, ma centinaia di tir carichi devono portarla su e giù per il paese e a volte anche dall’estero. Scegliere di gasare l’acqua a casa propria vuol dire produrre meno rifiuti e ridurre le emissioni del trasporto. Il gasatore, però, resta un apparecchio elettrico e per quanto limitato consuma. Come tutti i raee, inoltre, deve essere smaltito correttamente per non provocare danni all’ambiente.

Costo annuo

Per confrontare il costo annuo, abbiamo considerato quanto consigliato dall’OMS, secondo la quale una persona dovrebbe bere durante il giorno 2 litri d'acqua.

  • Bere acqua del rubinetto in un anno costa 1.28 euro.
  • Bere l’acqua in bottiglia, considerando 730 litri/anno a persona, costa in media 197 euro se naturale e 204 euro se frizzante.
  • Acquistando un gasatore, invece, si deveno considerare, oltre il costo dell’apparecchio e dell’acqua, anche le ricariche di anidride carbonica ed eventuali bottiglie (da sostituire ogni 2 anni). Considerando l’insieme delle variabili il costo annuo medio è di 253 euro.

L’acqua ottenuta con l’utilizzo del gasatore è più cara anche dell’acqua imbottigliata. In questo caso bevendo acqua in bottiglia si risparmiano circa 52 euro all’anno. Il consiglio migliore per l’ambiente e per il portafoglio resta quello di bere l’acqua liscia del rubinetto.