Speciali

Auto elettriche: più pulite e ora anche più convenienti

La crescita dei veicoli elettrici non è solo una strada più sostenibile, ma sta diventando anche la scelta più economica per chi vuole un veicolo di proprietà. Anche quando sono di seconda mano. Un dato che emerge dal nostro ultimo studio (condotto a livello europeo in collaborazione col Beuc), che ha calcolato il costo complessivo di vari tipi di auto, senza fermarsi al solo prezzo d'acquisto.

28 aprile 2021
auto elettriche

Prima erano poco appetibili perché troppo costose, ora le auto elettriche più pulite sono diventate la scelta più economica per chi vuole un veicolo di proprietà. Lo rivelano i numeri di un nostro recente studio, svolto a livello europeo con le altre organizzazioni di consumatori (e finanziato dalla European Climate Foundation) sui costi totali da sostenere per essere proprietari di un mezzo, in pratica la somma di tutte le voci di spesa necessarie per comprare e mantenere un’auto nel tempo: prezzo di acquisto, rifornimenti, manutenzione, assicurazione, tasse. Incluse alcune variabili, come gli eventuali incentivi (gli ultimi disponibili nel 2021) o il recupero di parte dell’investimento in caso di vendita del veicolo.

I motori puliti sorpassano quelli tradizionali

Il risultato è sorprendente: si è verificato l’atteso sorpasso dei veicoli più sostenibili sui tradizionali mezzi a motore termico (benzina e diesel). In pratica da oggi l’auto elettrica e, in parte, i modelli ibridi nel complesso costano meno di qualsiasi altro tipo di alimentazione. Anche in caso di acquisto di un usato. Lo studio lo evidenzia chiaramente: non importa il modello dell’auto, economico o lussuoso, la differenza la fa il tipo di alimentazione. Ecco nel dettaglio cosa è emerso dallo studio e quale tipologia di auto è, a conti fatti, la meno cara.

testo news