News

Nuovi aumenti per luce e gas: ecco come correre ai ripari

In arrivo aumenti del 4,5% per la luce e 5,3% per il gas. Un aumento importante che riguarda le tariffe del mercato tutelato applicate nei prossimi tre mesi. Ma risparmiare si può: basta scegliere una tariffa a prezzo bloccato del mercato libero, conveniente e con un buon servizio. E allora quale scegliere? Confronta le tariffe con il nostro comparatore online.

30 dicembre 2020
Bollette

Come spesso succede nei mesi invernali, caratterizzati da elevata domanda per energia elettrica e gas per riscaldamento, si registra un aumento delle tariffe di luce e gas per il mercato tutelato. Quali le ragioni di questi aumenti? E, soprattutto, cosa fare per correre ai ripari?

Perché questi aumenti?

Gli aumenti sono originati dall’andamento dei prezzi all’ingrosso: i valori sono ritornati simili a quelli di dicembre 2019 (prima del crollo legato alla pandemia). Ci si attende, inoltre, un trend crescente anche per i prossimi 3 mesi, accompagnato da una progressiva ripresa dei consumi.

Cosa fare per correre ai ripari

Questi aumenti riguardano il mercato tutelato, ovvero circa metà dei clienti domestici, che non hanno ancora cambiato fornitore. Cosa succederà all’altra metà delle famiglie, già passata al mercato libero? Molto dipende dall’offerta sottoscritta. Il consiglio di Altroconsumo è sempre quello di scegliere offerte a prezzo bloccato, che stabilizzano la quota energia, ovvero la voce della bolletta maggiormente legata alle variazioni, rappresentativa del puro consumo di luce e gas.

Per chi ha cambiato nel corso del 2020, è consigliabile non effettuare cambi ulteriori, almeno sino alla primavera 2021: i prezzi negoziati nei mesi passati, infatti, sono ancora competitivi.

Per chi, invece, non ha ancora cambiato, il consiglio è di sfruttare le prime settimane di gennaio, poiché in questo periodo le migliori offerte a prezzo bloccato del mercato libero non risentiranno ancora degli aumenti in corso sul mercato all’ingrosso. Per esempio, cambiando in questi giorni e considerando il consumo di una famiglia di ¾ persone (circa 3200 kWh anno) il risparmio rispetto alla tariffa tutelata può essere superiore al 12% (intorno agli 80 euro annui) per la sola fornitura di luce.

Le offerte cambiano con rapidità, quindi, per un consiglio su misura, basato sul proprio consumo, è sempre consigliabile l’utilizzo del nostro comparatore online.

Confornta le offerte

Controllare le informazioni in bolletta

Dove trovare le informazioni su prezzo applicato e scadenza dell’offerta?

  • In bolletta: già direttamente nella prima pagina, o nella seconda, si trovano delle sezioni dedicate ai due argomenti. L’informazione relativa al prezzo non è immediatamente evidente: dipende da come è organizzata la bolletta. In alcuni casi le bollette periodicamente inviate dai Fornitori contengono solo delle informazioni di sintesi; per conoscere il prezzo unitario è necessario reperire il quadro di dettaglio, disponibile nelle aree personali del sito del nostro Fornitore.
  • Ci sono, poi, le comunicazioni che arrivano dal Fornitore. Chi ha un contratto a prezzo fisso prossimo alla scadenza (devono mancare meno di 90 giorni) dovrebbe aver ricevuto una comunicazione dal proprio Provider, in cui è presente l’aggiornamento tariffario e la data dalla quale questo sarà in vigore. 

Telefonate a casa e comunicazioni dai Provider

Cosa fare se, in questo periodo, si riceve un’offerta da un fornitore diverso dal nostro che magari ci propone un’offerta per contrastare i rialzi in corso? Si devono utilizzare i consigli di cui sopra, ma, soprattutto non è consigliabile un’offerta a prezzo variabile che cambia di mese in mese e che tende al rialzo.