ultimo aggiornamento: 12/09/2020

Superbonus

Ho letto l’articolo sull’ecobonus pubblicato sul n°174 di “Intasca”. Ho letto anche tante altre cose sull’argomento, ma mi rimane ancora difficile capire se e come, nel mio caso, ne posso usufruire. Siamo, io e mia moglie, una coppia che vive attualmente nei Progetti CASE dell’Aquila perché proprietari di una casa terremotata nel 2009. Purtroppo fa parte di un consorzio (agglomerato) obbligatorio e si trova ancora nello stato in cui era. All’inizio ci era stato detto che sarebbe stata demolita (è fatta in parte di pietra e in parte di materiale vario) e ricostruita a spese dello Stato. Poi l’USRA ha sentenziato che può essere aggiustata (si tratta di categoria E con “gravi problemi strutturali”) e che l’abbattimento sarebbe volontario, quindi ci costerebbe dai 25.000 ai 40.000 euro che noi non abbiamo. Si parla tanto di sicurezza, ma quale sicurezza può avere una casa di pietra ristrutturata alla meglio in un territorio altamente sismico? La domanda che vi rivolgo è questa: è possibile per noi usufruire dell’ecobonus, e cosa dovremmo fare per l’esattezza? Grazie Marco Zanini – Socio 5876320-60

 

User name

Commenta il post

Condividi la tua opinione o fai la tua domanda nel gruppo Efficienza e sostenibilità della comunità Energia rinnovabile!

Per commentare i post della community devi essere registrato al nostro sito.

Registrati                fai la login

Risposte

Nessun utente ha ancora risposto
comunità europea
Questo progetto ha ricevuto finanziamenti dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell’Unione Europea nell’ambito della convenzione di sovvenzione n. 749402