News

Dove sono finite le imperidibili offerte del Black Friday?

24 novembre 2017
black friday 3

24 novembre 2017

Dopo giorni di annunci che non hanno fatto altro che alimentare le aspettative, puntuali a mezzanotte siamo andati a verificare le offerte del Black Friday disponibili su Mediaworld e Unieuro. Come era facilmente prevedibile, in realtà basta un rapido confronto con gli altri negozi per trovare alternative più convenienti.

La declinazione italiana del Black Friday quest'anno è stata quella di spalmare le promozioni durante tutta la settimana. In alcuni casi specifici, tra tutti la promozione Black Hour di ePrice, le offerte sono invece state distribuite lungo un arco temporale più dilatato. Tra chi è rimasto fedele alla filosofia delle offerte che scattano alla mezzanotte del venerdì, siamo andati a controllare come si sono comportati Mediaworld e Unieuro.

Gli sconti di Mediaworld: non proprio imperdibili 

Sul sito di Mediaworld puntuale a mezzanotte si ferma il countdown che annuncia l'inizio della promozione ma, mezz'ora dopo ancora non è chiaro quali siano i prodotti in offerta. Tra questi riusciamo a trovare numerosi smartphone, per cui ci siamo subito chiesti se, effettivamente, i prezzi sono realmente convenienti. Iniziamo con l'iPhone 8 da 64 GB che viene proposto a 729 euro. A primo impatto potrebbe sembrare un prezzo interessante, se non fosse che altrove è possibile trovarlo a un prezzo minimo di 659 euro (con garanzia europea) o a 689 nella versione italiana. Stesso discorso per il modello precedente, l'iPhone 7 da 32 GB, che viene venduto sul sito Mediaworld a 559 euro, ma facendo un rapido confronto prezzi si scopre che su altri siti è possibile acquistarlo anche a 499 euro. Seppur con differenze minori, la situazione non è molto diversa per i prezzi degli iPad: la versione WiFi da 32 GB viene proposta a 299 euro, contro il prezzo minimo di 290 euro trovato sul nostro ultimo test. Anche la versione da 64 GB dell'iPad Pro WiFi viene proposta a 599 euro, altrove è possibile trovarlo a un prezzo minimo di 601 euro.

25% di sconto su Unieuro, ma meglio acquistare altrove

A partire dalla mezzanotte, la promozione sul sito Unieuro prevede uno sconto del 25% su tutti i prodotti, a esclusione di iPhone, Apple Watch e console Nintendo, con una spesa minima di 299 euro. Anche in questo caso, a un primo sguardo, l'offerta può sembrare allettante, ma è bene ricordare che lo sconto viene applicato al prezzo di listino. A titolo di esempio, prendiamo in considerazione il Samsung Galaxy S8 da 64 GB che, con lo sconto applicato, viene venduto a 629,24 euro. Con un semplice confronto sul nostro test, si può notare come lo stesso modello venga venduto a un prezzo minimo di 509 euro nella versione con garanzia europea e a 581 euro per quella italiana. Va meglio se optiamo per il modello precedente, il Samsung Galaxy S7 Edge: Unieuro lo propone scontato a 411,75 euro contro un minimo di mercato di 438 euro. Il consiglio, sempre valido, è quello di non cedere alle promesse delle pubblicità, ma di effettuare sempre una ricerca del miglior prezzo in rete. Come dimostrato in questa occasione, infatti, le offerte pubblicizzate non sono poi effettivamente le più convenienti.

Problemi con gli acquisti? Invia un reclamo

Se hai avuto problemi con un acquisto oppure non riesci a esercitare il recesso, invia un reclamo contro l'azienda. Puoi anche scegliere di farti aiutare da uno dei nostri avvocati.

Invia subito un reclamo

 

Come trovare i negozi meno cari

Ma come erano state le offerte del Black Friday 2016? Scattata la mezzanotte, eravamo andati a spulciare le offerte degli ecommerce più gettonati, con particolare riguardo per quelli che, nei giorni precedenti, avevano annunciato sconti e offerte interessanti. Il risultato ha lasciato a desiderare. Sconti da pochi euro, spesso calcolati sui prezzi di listino (ovvero su prezzi che non si trovano mai online) e per lo più applicati su prodotti non di forte richiamo.

Valutando anche i prezzi degli stessi prodotti nelle settimane a seguire, eravamo arrivati alla conclusione che, tranne in qualche raro caso, per risparmiare sul prodotto che ti interessa, non è necessario attendere questo giorno dell'anno. Basta solo scegliere il negozio dove costa meno il prodotto che cerchi. In questo ti possono aiutare i nostri test comparativi: non solo ti permettono di trovare il prodotto che meglio si è comportato durante le prove in laboratorio, ma anche scoprire in quale negozio (online o tradizionale) ti costa meno.

Acquisti online senza fregature

Se proprio riesci a trovare durante il Black Friday un'offerta imperdibile, prima di effettuare l'acquisto è bene che tu sia certo non si tratti di una fregatura. Ecco qualche consiglio per evitare le brutte sorprese e cosa puoi fare per difenedere i tuoi diritti di consumatore.

  • Scegli un venditore affidabile. Sembra un suggerimento scontato ma capire in autonomia quale sito è sicuro e quale può nascondere insidie non è affatto semplice. Per questo motivo abbiamo analizzato noi molti dei più importanti siti di ecommerce in rete: scopri quali sono i negozi online più affidabili e quali invece sono gli aspetti a cui fare attenzione.
  • Attenzione alle condizioni di vendita. Prima di iniziare la procedura di pagamento, devi cercare sul sito le condizioni di vendita. Di solito si trovano nella sezione "shopping", "guida all'acquisto", "condizioni generali" o "carrello". È bene stamparle e leggerle con calma. Se hai dubbi o vuoi chiedere chiarimenti, scrivi al venditore. Ogni sito ha un indirizzo email.
  • E se qualcosa non va per il verso giusto? Stampa la pagina del sito: se la transazione si dovesse interrompere e non sei certo dell'esito, inviala tramite raccomandata al venditore (e, per conoscenza, anche a chi ha emesso la carta di credito e alla tua banca), scrivendo che l'acquisto non è andato a buon fine e che quindi non deve essere addebitato sul tuo conto.
  • I sistemi di sicurezza internazionali. Assicurati che il sito sul quale stai acquistando utilizzi sistemi di sicurezza internazionali (quelli contrassegnati dal lucchetto in basso a destra sullo schermo) e ricorda che l'indirizzo dei siti protetti inizia sempre con https, con la s finale.
  • Nel caso di computer pubblici o condivisi. È buona norma non utilizzare la carta di credito su computer pubblici o condivisi come negli internet cafè: altre persone potrebbero accedere ai tuoi dati.
  • Tieni sotto controllo l'estratto conto della carta. Tieni costantemente sotto controllo l'estratto conto della tua carta di credito. In caso di problemi è fondamentale contestare le spese effettuate illegalmente da terzi tempestivamente. Comunica con l'ente che ha emesso la carta per farla bloccare e fai la denuncia.
Il venditore online è responsabile

Come per i negozi reali, il venditore online è responsabile nei confronti del consumatore. Deve rispondere per eventuali difetti del prodotto consegnato, garantendo la riparazione, la sostituzione a richiesta del cliente o il rimborso. Il prodotto acquistato su internet, inoltre, deve avere tutte le caratteristiche promesse e indicate dall’etichetta o dalla pubblicità: in caso contrario, avete diritto alla sostituzione dell’oggetto entro il più breve tempo possibile. Per questo tipo di interventi (costi di spedizione per la sostituzione, materiali e mano d’opera per una riparazione…) il venditore non deve chiedervi nessun esborso. Tutte le spese sono a suo carico. La garanzia, come quella di ogni altro prodotto, vale 24 mesi dalla consegna e deve essere fatta valere entro due mesi dalla scoperta del difetto.

Cambiare idea e farsi rimborsare

Nessun problema se cambiate idea sull’acquisto effettuato online: avete tutto il diritto di farlo. E, secondo quanto stabilito dalla legge, il venditore è tenuto a rimborsarvi. Per esercitare il vostro diritto di recesso, dovete inviare entro 14 giorni dalla consegna del prodotto acquistato una raccomandata a/r all’indirizzo del venditore. Potete comunicare la vostra intenzione anche via email, ma solo se previsto dal contratto che avete firmato. Il periodo per esercitare il recesso sale a 12 mesi se il fornitore non vi ha informato correttamente dei vostri diritti. Entro lo stesso periodo di tempo, dovete restituire la merce a vostre spese. Se effettuate il diritto di recesso in modo corretto (rispettando tempi e modi previsti), il venditore è tenuto a risarcirvi il prima possibile, entro un limite di tempo fissato a 14 giorni, senza alcun tipo di addebito.

La merce non arriva? Ecco cosa fare

Se si compra online e la merce non arriva, bisogna sollecitare il venditore con una lettera di diffida in cui si intima di effettuare la consegna nei 15 giorni successivi. Se non si riceve risposta il contratto si intende risolto e il prezzo deve essere restituito da parte del venditore.

Se il venditore non dà segni di vita, non resta che andare dinnanzi ad un giudice, ma bisogna avere la prove. A tal proposito è importante salvare tutte le comunicazioni con il venditore e il pagamento effettuato.