Sei in forma? Scoprilo e calcola il tuo indice di massa corporea

Registrati

Sei in forma? Scopri il tuo indice di massa corporea

Vuoi accedere a questo contenuto ? Registrati al sito e diventa FAN di Altroconsumo. Avrai gratis:

Accesso alla tua area personale, con tante funzioni utili per farti risparmiare sulla base dei consumi quotidiani
Accesso a una selezione di contenuti esclusivi
Aggiornamenti sulle nostre class action, petizioni e gruppi d’acquisto.
Tanti altri vantaggi

 

Sei già registrato? Entra

Cos’è l’Indice di Massa Corporea (IMC)

Per verificare se il nostro peso rientra nei limiti della normalità, uno strumento utile è il calcolo dell’Indice di Massa Corporea (IMC), dato dal rapporto tra il peso in kg e la statura in metri elevata al quadrato.

Per gli adulti l’IMC dev’essere così interpretato:

  • se è inferiore a 18,4, è indice di sottopeso;
  • tra 18,5 e 24,9 il peso è nella norma;
  • tra 25 e 29,9 si è in sovrappeso;
  • tra 30 e 39,9 si parla di obesità moderata;
  • oltre i 40 si è nello stato di obesità grave.

Il consiglio è di pesarsi almeno una volta al mese controllando che l’IMC sia nei limiti previsti per un soggetto normopeso.

L’IMC consente di valutare in modo semplice il peso corporeo, tuttavia, tiene solo conto di peso e altezza, che sono solo due delle variabili da considerare nella determinazione del peso ideale. Questo indice ci fornisce un’indicazione preziosa, ma ha lo svantaggio di non considerare altri elementi, quali la quantità di massa muscolare e di tessuto adiposo, l’età, la struttura dello scheletro. Così, ad esempio, uno sportivo molto muscoloso e che ha pochissima massa grassa potrebbe avere lo stesso IMC di un uomo in sovrappeso. L’IMC, inoltre, deve essere utilizzato con prudenza per la valutazione dello stato ponderale anche in gravidanza e allattamento.