ultimo aggiornamento: 13/11/2020

Disparità di trattamento degli operatori internet

Buongiorno .

Ho letto più volte il decreto del MISE , pubblicato i Gazzetta Ufficiale n° 243 del 1° ottobre scorso , per l'utilizzo del bonus internet da 500€ .

Il mio provider , Linkem , mi dice che non aderisce alla piattaforma Infratel , a cui il MISE ha demandato la gestione di tale agevolazione , perchè ha già offerte agevolate in tal senso.

Peccato che tali offerte siano per i nuovi contratti e non prevedano , per l'utenza domestica alcun tipo di apparato in comodato d'uso se non il modem.

All'opposto il decreto recita testualmente " Art. 3 Ambito soggettivo e oggettivo di applicazione 1. Alle famiglie con ISEE inferiore ai 20.000 euro e' riconosciuto un contributo massimo di 500 euro, sotto forma di sconto, sul prezzo di vendita dei canoni di connessione ad internet in banda ultra larga per un periodo di almeno dodici mesi e, ove presenti, dei relativi servizi di attivazione, nonche' per la fornitura dei relativi dispositivi elettronici (CPE) e di un tablet o un personal computer. 2. Il contributo e' erogato, nel rispetto del principio di neutralita' tecnologica, per la fornitura di servizi di connettivita' ad almeno 30 Mbit/s in download alle famiglie che non detengono alcun contratto di connettivita', ovvero che detengono un contratto di connettivita' a banda larga di base, da intendersi, ai fini del presente decreto, come inferiore a 30Mbit/s in download."

Per una volta non ci sono termini astrusi o interpretazioni strane da fare eppure c'è chi le cose le vuole vedere a suo modo .

Ricapitolando : io ho i requisiti , sia economici che tecnici , per poter usufruire del bonus , ma se il mio operatore/provider internet non si registra a Infratel , io non posso godere di un mio diritto sancito per legge .

E non devo essere costretto a passare ad altro operatore per poterne usufruire.

Il Governo , tramite il MISE , avrebbe dovuto o obbligare i provider a registrarsi alla piattaforma o dare la possibilità ai singoli utenti di chiedere direttamente il bonus.

Così mi sento un cittadino di seconda classe.

Voi che ne pensate ?

User name

Commenta il post

Condividi la tua opinione o fai la tua domanda nel gruppo Disservizi della comunità Internet e telefono!

Risposte

Nessun utente ha ancora risposto